Meteo, e inverno sia: temperature giù di 15 gradi. Pioggia, neve, freddo gelido

Pubblicato il 27 Ottobre 2012 10:24 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2012 10:24
Meteo, arriva l’inverno: pioggia, vento, freddo, frane… (Foto LaPresse)

ROMA – Signore e signori, arriva l’inverno. In quattro giorni le temperature scenderanno di 15 gradi, e sarà di nuovo freddo. Se fino ad oggi avevamo traccheggiato, con maniche corte e shorts, ora è arrivato veramente il momento di fare il cambio di stagione, tirare fuori le giacche pesanti e aprire (purtroppo) gli ombrelli. Nel nord Italia qualcuno potrà anche già mettere gli sci, visto che quest’anno la prima neve arriva già a ottobre. Per il resto c’è già l’acqua alta a Venezia, e la Liguria sembra la regione più colpita da questo primo freddo, con frane, allerta e almeno 200 persone già evacuate.

Week end di fine autunno, dunque, con cambio repentino di clima. Secondo gli esperti del Centro 3Bmeteo nel nord arriverà neve a quote basse, mentre sarà molto piovoso al Centro Sud con venti forti e mareggiate. È il risultato di una improvvisa discesa artica, richiamata da un vortice che stazionerà sul Mediterraneo per 4/5 giorni. L’apice del maltempo è previsto, appunto, tra sabato e lunedì.

Le piogge e i temporali più consistenti colpiranno le Regioni Tirreniche con fenomeni anche forti su Liguria, Toscana, Lazio, Campania e Calabria Tirrenica. Forti acquazzoni sull’area del Pollino interessata dall’evento sismico delle ultime ore. Il vertiginoso crollo delle temperature porterà la neve via via a quote più basse al Nord.

Domenica la neve imbiancherà le quote di bassa collina di Piemonte ed interne liguri. Possibile neve a Cuneo città. Neve anche sulla dorsale settentrionale sin verso i 400/600m su quella piacentina, parmense e modenese, oltre gli 800m sulla Toscana.

Ancora tanto freddo ad inizio settimana con gelate sulle pianure del Nord. Le temperature al Nord perderanno sino a 15 gradi in 4 giorni; 6/8 gradi al Centro; 3/5 gradi al Sud. La sensazione di freddo sarà acutizzata dal forte vento di Libeccio e Ponente sui versanti tirrenici, di grecale e Tramontana al Nord.

Acqua alta a Venezia. Già sabato mattina a Venezia si registra acqua alta, dove la punta massima di marea, attorno alle 10, dovrebbe assestarsi sui 125 centimetri sopra il medio mare. Il tradizionale fenomeno dovrebbe interessare circa il 37% del suolo cittadino, con livelli massimi in Piazza San Marco dove dovrebbe raggiungere i 40 centimetri. Era dal 16 febbraio dello scorso anno che la punta massima di marea non raggiungeva questi livelli. L’acqua alta è prevista anche domenica mattina, quasi in coincidenza con lo svolgimento della Venice Marathon, e lunedì.

Nel Tigullio, nel Levante della Provincia di Genova, si registra una frana tra i comuni di Torriglia e Montebruno, al chilometro 43,500 della statale 45 Val di Trebbia, in provincia di Genova, ha causato la chiusura del tratto stradale.

Il valore massimo di pioggia si è registrato a Sestri Levante, dove in giornata sono caduti 184 millimetri di pioggia. A Sarzana dalle 20 alle 21 sono stati registrati oltre 60 millimetri di pioggia. Alla Spezia sabato restano chiusi gli istituti scolastici Scuola Materna Maria Ausiliatrice di viale Amendola, Asilo nido e materna via Di Monale, nido e materna di via Gramsci, Scuola media ‘Cervi’ del Favaro, Scuola Materna di Via Bragarina, Materna ed elementare San Domenico di Guzman a Mazzetta.