Meteorite Sardegna, l’esperta: “Era un bolide. Un piccolo corpo di natura ferrosa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Agosto 2019 16:40 | Ultimo aggiornamento: 17 Agosto 2019 17:15
Meteorite Sardegna, foto Ansa

La foto del meteorite, anzi, del bolide che questa notte è passato sopra la Sardegna (foto Ansa)

ROMA – Più che un meteorite, un bolide. Il corpo luminoso che ha solcato i cieli della Sardegna la scorsa notte era, tecnicamente, un “bolide”. Un termine tecnico utilizzato dagli esperti astrofisici per indicare un “piccolo corpo, probabilmente di natura ferrosa, che entra in atmosfera”, ha spiegato al Tgr Rai Sardegna Silvia Casu, dell’Osservatorio astronomico di Cagliari.

“A volte è associato anche a un suono ma in realtà non sempre accade – ha aggiunto – La luminosità viene causata dal fatto che il materiale a contatto con l’atmosfera si riscalda, un fenomeno che si chiama ablazione, e quindi le molecole in qualche modo si eccitano e si crea questo surriscaldamento che portano ad avere questa grande luminosità. E’ necessaria anche una certa velocità – ha concluso – e generalmente questi corpi viaggiano a qualche decina di chilometri al secondo: una velocità piuttosto notevole”.

Centinaia di avvistamenti e il consueto tam tam sui social, con tanto di foto e filmati, alcuni dei quali ripresi dalle testate giornalistiche locali. Questa notte la Sardegna è stata con il naso all’insù per ammirare un fenomeno abbastanza raro, un meteorite che è entrato in contatto con l’atmosfera sopra i cieli dell’Isola, illuminata a giorno per qualche istante prima che la scia luminosa sparisse. “Erano passate le 22.30 quando ho notato un forte bagliore nel cielo che ha illuminato la stanza dove stavo guardando la tv – dice all’AnsaMarco Duò, pubblicitario cagliaritano testimone dell’evento – subito sono corso fuori nel terrazzo con la mia compagna e abbiamo visto una palla gialla con una scia luminosa dietro che sembrava stesse cadendo a pochi chilometri da noi. Per lo più assomigliava ad un razzo segnalatore, ma la luce era più accesa e gialla. Pochi secondi ed è sparita in direzione nord ovest”.

Fonte: Ansa.