Metro Roma, altro allarme bomba: chiusa Battistini-Ottaviano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Novembre 2015 8:04 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2015 13:34
Metro Roma, altro allarme bomba: chiusa Battistini-Ottaviano

L’ingresso della stazione Metro A di Lepanto dove è scattato un allarme bomba a causa di un pacco sospetto, Roma, 19 Novembre 2015. I controlli degli artificieri hanno dato esito negativo.

ROMA – Ancora un allarme , l’ennesimo in queste ultime 48 ore, sulla metropolitana di Roma. Allarme poi risultato infondato: dopo i controlli è spuntata fuori solo una scatola vuota.  Ad essere interrotta, nelle prime ore del mattino di venerdì 20 novembre è la tratta della linea A tra Battistini e Ottaviano, quella che attraversa il quadrante del Vaticano, è stata chiusa per consentire l’intervento delle forze dell’ordine

Già ieri una parte della stessa tratta era stata chiusa per la segnalazione di un pacco sospetto alla stazione Lepanto. Allarme poi rivelatosi falso, come quello lanciato successivamente sulla metro C.

Sempre giovedì, ma a Milano, è stata chiusa la fermata Duomo della M3 (la linea gialla), per un trolley sospetto. Sono invece oramai tre  due giorni che le stazioni della metro romana sono presidiate dai militari. Le misure sono scattate a pochi giorni dall’attentato terroristico di Parigi e a una ventina di giorni dall’inizio del Giubileo. Nella Capitale i militari già presidiano, insieme alle forze dell’ordine, oltre alla zona del Vaticano, stazioni, aeroporti, luoghi di culto e di aggregazione, compresi quelli della movida.

E sul web, gli utenti dimostrano di essersi subito accorti dei nuovi presidi sulle tre linee della metropolitana: “Roma, militari in stazioni metro e ferroviarie”, scrive un utente su Twitter. “Ci volevano 130 morti a Parigi per mettere due militari dell’esercito anche in stazioni della metro periferiche di Roma?”, polemizza un altro. “Esercito ad ogni fermata metro e occhiate dei passeggeri ad ogni barba hipster o colorito più olivastro. Davvero molta tensione, luoghi comuni a go go e tanta tanta paura”, scrive un uomo su Facebook. E una ragazza, Maria Rita, sullo stesso social network si domanda: “Esercito armato ai tornelli metro…giusto due tre giorni e poi spariranno?”.