Michele Misseri: “Ho ucciso io Sarah, per questo Sabrina mi odia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 febbraio 2015 10:07 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2015 10:07
Michele Misseri

Michele Misseri

ROMA – “Non crederanno a Cosima Ho ucciso io Sarah, per questo mia figlia mi odia” dice, intervistato dalla StampaMichele Misseri alla vigilia di una nuova udienza al processo di appello che vede imputate sua figlia Sabrina e sua moglie Cosima per l’omicidio di Sarah Scazzi.

Nessuno le crede però…
«La mia preoccupazione è che le condannino da innocenti».

Oggi Cosima parlerà, rendendo dichiarazioni spontanee. Ci sarai in aula?
«Si ci sarò. Anche se parla Cosima non le crederanno come non hanno creduto a me. Sono teso, ho dormito male questa notte…».

Quando siete in aula è l’unico momento in cui puoi vedere tua moglie e tua figlia. Cosa provi? Loro ricambiano i tuoi sguardi?
«Io le guardo e mi sento male perché Cosima è invecchiata troppo presto, Sabrina ha la faccia piatta, carica di odio. Questo è il mio pensiero, sicuramente mi odia, almeno questo penso. Non vogliono più nemmeno guardarmi».

La gente di Avetrana pensa sempre che sono loro le uniche colpevoli?
«Si pensano che io sia una vittima, ma non è così. Non ho solo il senso di colpa per quello che ho fatto a Sarah, Sabrina e Cosima, ma la rabbia che non mi crede nessuno. Se fosse stata mia figlia io non l’avrei abbandonata, l’avrei aiutata, ma non mi sarei mai caricato la colpa. Ogni volta che faccio il nome di Sabrina mi viene da piangere perché sta soffrendo per colpa mia».

Sei stato tu a uccidere Sarah, solo tu?
«Si solo io. Lo ho sempre detto. E se saranno condannate per me è la fine. Io non ce la faccio più ad andare avanti così».