Migrante si finge calciatore Lamine Diatta per un contratto col Chieti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Settembre 2015 7:30 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2015 8:03
Migrante si finge calciatore Lamine Diatta per un contratto

Lamine Diatta

CHIETI – Migrante arriva in Italia sui barconi, scappa dal centro di accoglienza e si presenta al Chieti calcio fingendo di essere un forte calciatore del Senegal. E’ l’avvenuta capitata ai dirigenti della squadra abruzzese, che si sono visti comparire davanti un giovane del Gambia che si spacciava per Lamine Diatta, forte difensore del Senegal, pilastro dell’Excelsior di Dakar. 

Il ragazzo, 18 anni appena, è riuscito a lasciare il centro di prima accoglienza abruzzese in cui era ospitato dopo aver attraversato il Mar Mediterraneo su uno dei tanti barconi di migranti che lo solcano.

Aveva il sogno di fare il calciatore, e così ha pensato di fingersi un giocatore già affermato per cercare di entrare nel campionato italiano, anche se di serie D, come ha raccontato il presidente della giovanile Chiesti, Massimiliano Rebba, al Fatto Quotidiano:  

 

“Il ragazzo è venuto da noi credo verso gli ultimi giorni del mese scorso chiedendo di sostenere un provino, ma come, abbiamo saputo in queste ore, con una falsa identità e dicendo di essere senegalese. Il ragazzo ha provato alcuni allenamenti per alcuni giorni e fatto qualche partitella. Poi però, come facciamo con tutti i calciatori, abbiamo chiesto di portarci i documenti anche perché abbiamo capito che c’era qualcosa che non quadrava. Abbiamo atteso qualche giorno, ma i documenti non sono mai arrivati, e la cosa non ha avuto più un seguito. Nelle ultime ore abbiamo letto quello che è accaduto e sinceramente ci siamo fatti una risata perché non credevamo che dietro ci fosse tutto questo di cui si sta parlando”.