Messina, 106 migranti sbarcano nel porto. Salvini: “Porti chiusi anche a navi militari internazionali”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 luglio 2018 14:29 | Ultimo aggiornamento: 8 luglio 2018 14:29
Migranti, nave irlandese sbarca a Messina. Salvini: stop navi internazionali

Messina, nave irlandese con 106 migranti sbarca nel porto. Salvini: “Stop anche alle navi internazionali”

MESSINA – Una nave militare irlandese con a bordo 106 migranti è sbarcata nel porto di Messina la sera del 7 luglio. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Gli uomini e le donne a bordo sono stati soccorsi, ma il ministro dell’Interno Matteo Salvini annuncia nuove richieste all’Unione europea. “Giovedì porterò al tavolo di Insbruck la richiesta dello stop non solo per le ong, ma anche per le navi militari internazionali”, ha detto il leader della Lega.

Ad accogliere nel molo Norimberga di Messina la nave militare irlandese Samuel Becket sabato sera c’erano centinaia di persone che indossavano la maglietta rossa di solidarietà ai migranti. Le operazioni di primo soccorso sono state coordinate dalla Prefettura di Messina, con la collaborazione di Capitaneria, forze dell’ordine, Croce Rossa e associazioni di volontariato.

Tra i migranti 93 uomini, 11 minorenni e due donne, una delle quali incinta. Da primi riscontri sembra che il primo soccorso sia avvenuto in zona Sar libica nella notte fra il 4 e il 5 luglio, poche ore dopo che il gommone era partito da Garabulli. Il pattugliatore irlandese, dopo aver effettuato il soccorso, ha chiesto a Roma il permesso di sbarcare i migranti, e dal Viminale è arrivata l’indicazione di Messina.

Dopo aver chiuso i porti alle ong, ora Salvini vuole rivedere la chiusura anche per le navi militari e annuncia che lo farà al primo vertice dei ministri degli interni Ue: “Dopo aver fermato le navi delle Ong, giovedì porterò al tavolo europeo di Innsbruck la richiesta italiana di bloccare l’arrivo nei porti italiani delle navi delle missioni internazionali attualmente presenti nel Mediterraneo. Purtroppo i governi italiani degli ultimi 5 anni avevano sottoscritto accordi (in cambio di cosa?) perché tutte queste navi scaricassero gli immigrati in Italia, col nostro governo la musica è cambiata e cambierà”.

Poi su Twitter il ministro dell’Interno ha aggiunto: “Purtroppo i governi italiani degli ultimi 5 anni avevano firmato accordi perché tutte queste navi scaricassero gli immigrati in Italia”. Il 9 luglio il vicepremier sarà ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Probabilmente la missione a Innsbruck e la politica italiana sui migranti sarà uno dei temi che verranno affrontati nell’incontro al Colle, proprio in vista dell’appuntamento di Salvini con gli altri ministri degli Interni Ue.