Milano, 2 rumeni picchiano e aizzano cane contro un eritreo: “Musulmano di m…”

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 settembre 2014 15:18 | Ultimo aggiornamento: 2 settembre 2014 15:18
Milano, 2 rumeni picchiano e aizzano cane contro un eritreo: "Musulmano di m..."

Milano, stazione Greco Pirelli, teatro dell’aggressione

MILANO – Due rumeni ubriachi, di 19 e 20 anni, hanno aggredito un eritreo di 55 anni, picchiandolo e aizzandogli contro un pastore tedesco mentre gli urlavano “negro” e “musulmano di m…”. E’ accaduto lo scorso 26 agosto alla stazione Greco Pirelli, periferia Nord di Milano. La vittima, un eritreo con regolare permesso di soggiorno, se l’è cavata con una prognosi di 7 giorni. Mentre i due rumeni, finiti in manette, neppure dinanzi agli agenti hanno celato i propositi razzisti: “Ma come arrestate noi che siamo vostri compaesani e difendete quel negro di m…? I musulmani ci uccideranno tutti”.

A sollecitare l’intervento delle forze dell’ordine sono stati alcuni passanti. Quando i due, sazi di odio, hanno lasciato l’eritreo dolorante sul binario, si sono dileguati, salendo a bordo del primo treno, non sapendo che alla successiva stazione di Lambrate, c’erano diversi agenti ad attenderli. Giunti in commissariato i due hanno continuato a dare in escandescenza, insultando gli agenti e distruggendo alcune suppellettili degli uffici. Condotta che gli è valsa già una prima condanna per direttissima a 10 mesi, con la condizionale, per resistenza a pubblico ufficiale. 

Ora dovranno rispondere anche del reato di lesione con l’aggravante dell’odio razziale. Mentre il cane, utilizzato dai due come arma impropria, è stato posto sotto sequestro e portato al canile municipale di Milano.