Bomba a Milano, allarme barzelletta. Una donna: “L’ho sentito sul tram”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 settembre 2014 13:46 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2014 15:13
Milano, allarme bomba al Comune: sgomberato Palazzo Marino

Milano, allarme bomba al Comune: sgomberato Palazzo Marino

MILANO – “C’è una bomba al Comune di Milano, l’ho sentito sul tram”. Questa la telefonata ricevuta dai carabinieri da un’anziana signora che ha scatenato il panico. Palazzo Marino prontamente sgomberato, il sindaco Giuliano Pisapia in strada e i dipendenti, più incuriositi che impauriti, in piedi dietro una transenna a distanza di sicurezza.

Un allarme pacioccone, con l’attenta signora che sul tram ha ascoltato e carpito le parole di due giovani e ha chiamato il 112. Giovani che forse, come capita nei discorsi che si fanno in tram, magari avrebbero espresso il desiderio di una bomba al Comune come sfogo delle frustrazioni che affliggono chi vive in una grande città ed è vittima dei suoi pubblici disservizi.

Ma un allarme bomba, in tempi un cui l’Isis minaccia l’Italia e l’allerta terrorismo è alta, va comunque verificato. E quindi ecco che poco dopo le 13 i carabinieri hanno prontamente sgomberato Palazzo Marino. Il sindaco Giuliano Pisapia che era a colloquio con il presidente del Tribunale di Milano, Livia Pomodoro, e i due sono usciti insieme. I carabinieri hanno transennato l’area fino a metà di piazza della Scala.

Anche i dipendenti comunali sono scesi in piazza della Scala, al di là della transenna che delimita la distanza di sicurezza e in di poter rientrare negli uffici, al termine del sopralluogo degli artificieri. Alla folla di dipendenti nella piazza si sono aggiunti poi i passanti, incuriositi dalla scena.

Al momento il contenuto della telefonata non è ancora stato divulgato ma pare che la donna abbia asserito di essersi trovata su un tram dalle parti di piazza Oberdan, intorno alle 12.30, e di aver sentito due uomini parlare tra loro di una qualche ‘bomba’ nella sede del Comune. L’attendibilità della chiamata e le circostanze riferite dalla donna sono ancora al vaglio degli investigatori.

Poco dopo le 15 diventa ufficiale quello che appariva ovvio già da prima. “Gli accertamenti hanno dato esito negativo” fanno sapere i carabinieri. Anche perché pare oggettivamente difficile immaginare dei terroristi che si lascino scappare la notizia di una bomba al comune chiacchierando sul tram.