Milano, giù da settimo piano: morti. Lui, 20 anni, ha trascinato lei, 19

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2014 8:13 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2014 16:44
Milano, cadono dal settimo piano: lei, 19 anni, muore. Lui, 20, è gravissimo

Foto di repertorio

MILANO – Sono volati giù dal settimo piano di un palazzo alla periferia di Milano, in zona Affori. Alessandra (19 anni) è morta sul colpo, Pietro (20 anni) è deceduto in ospedale poche ore dopo. Forse un incidente o forse, è l’ipotesi più accreditata al momento, un omicidio-suicidio. “Lui l’ha trascinata giù”, ha raccontato in un bar una modella inglese che abita di fronte all’appartamento. “Lei gridava aiuto, aiuto!”, ha aggiunto un’altra testimone. Ad avvalorare la tesi ci sarebbe poi il racconto di un amico di Pietro, secondo il quale si era già verificato un episodio simile un anno fa. Ma il tentativo, fortunatamente, era fallito.

Pietro abitava lì, in via Novaro 16, in un appartamento a due piani che condivideva con la madre. L’attendibilità dei testimoni è ancora da valutare ma, stando alle prime ricostruzioni, un dato certo c’è: il ragazzo aveva già provato a togliersi la vita in passato.

Lunedì sera, dopo mezzanotte, Pietro e Alessandra si trovavano nell’appartamento in compagnia di alcuni amici. Ad un certo punto il giovane avrebbe chiesto di restare solo con lei, per parlarle. Poco dopo è stata proprio lei a dare l’allarme: Pietro voleva buttarsi di sotto.

Al bar sotto casa lo conoscevano di vista e ricordano bene che alcuni mesi fa ci aveva già provato:

 “Era rimasto lì in piedi per un’ora – racconta Franco, un residente – poi un vigile lo aveva distratto e un altro lo aveva afferrato con coraggio. Sembrava un così bravo ragazzo. La sua famiglia è agiata, non avevano problemi di soldi. Lo vedevo sempre in giro in questa zona”.

Pietro, nato in Brasile e adottato da una famiglia milanese, soffriva per la sua condizione e spesso aveva manifestato la volontà di uccidersi. Lo raccontano le carte e gli appunti trovati dalla polizia nella sua stanza. Cosa sia accaduto su quel terrazzo prova a ricostruirlo una testimone, che è certa di aver visto lui lanciarsi nel vuoto, trascinando con sé Alessandra:

“Abbiamo chiamato la polizia e poco dopo abbiamo sentito un rumore terribile. Un tonfo incredibile, agghiacciante. A questo punto credo che fosse la sua fidanzata. Di recente sembra che si fossero lasciati”.

Di seguito riportiamo il video con la testimonianza: