Milano, denuncia gli occupanti rom abusivi. Le incendiano casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 ottobre 2014 13:15 | Ultimo aggiornamento: 15 ottobre 2014 13:15
Milano, denuncia gli occupanti abusivi. Le incendiano casa

VIa degli Etruschi a Milano

MILANO – Le hanno incendiato casa mentre era a lavoro. La sua “colpa”, forse, è stata quella di denunciare i rom che occupavano abusivamente gli altri appartamenti sfitti. Succede al civico 6 di via degli Etruschi a Milano. Qui, nei palazzoni popolari del quartiere Calairate-Molise, si sta lentamente consumando una guerra civile tra occupanti abusivi e inquilini-sentinelle che ad ogni infrazione chiamano gli ispettori Aler.

La vittima è una donna che piange dinanzi alla porta del suo appartamento bruciata. Ai cronisti del Corriere della Sera, racconta:

“Ero fuori casa, quando sono tornata ho visto che non girava la chiave, mi avevano riempito la serratura di colla. Ci ho messo tre ore, a liberarla. Finalmente sono entrata nell’abitazione. Ho cenato e sono andata a letto. Mi sono alzata e, di nuovo, non riuscivo ad aprire. Ho chiamato il fabbro, che ha cambiato la serratura e mi ha permesso di andare al lavoro. Nemmeno il tempo di iniziare che è arrivata la chiamata del custode. Sono tornata di corsa. Mi stanno addosso, mi spiano, mi tolgono il respiro”.

“Che colpe ho? – si domanda – Di essere onesta, di denunciare le persone che occupano. Me l’hanno fatta pagare e adesso ho paura. Perché prima o poi verranno di notte a prendermi, lo so. Oppure entreranno ad abitarci, useranno il mio divano, la mia cucina, e nessuno li manderà via, nessuno. Ma vi prego: non mettete il mio nome. Non avete idea in quale inferno stiamo”.

Questa volta la vendetta, se di questo si è trattato, è stata più spaventosa del solito. Scrive il Corriere che al civico 6, le ripicche contro gli inquilini che fanno la spia sono piuttosto frequenti: una delle pratiche più utilizzate è il deposito degli escrementi, sugli zerbini oppure facendoli cadere dall’alto sui balconi.