Milano, donna aggredita e violentata in una pista ciclabile

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Giugno 2020 15:00 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2020 15:00
Milano, donna aggredita. Una foto d'archivio Ansa

Milano, donna aggredita e violentata in una pista ciclabile (foto Ansa)

ROMA – Donna aggredita e poi violentata in una pista ciclabile di Milano all’altezza di Trezzano.

A raccontare la storia è il Giorno. Tutto è successo sabato sera, quindi 27 giugno, lungo la pista ciclabile del Naviglio Grande, a Milano.

La donna, 48 anni, staccato da lavoro, stava tornando a casa quando all’improvviso è stata aggredita.

“La donna – racconta il Giorno – stava tornando verso casa a Gaggiano prima delle dieci di sera, in sella alla sua bici da donna di color verde.

Poco prima aveva incontrato sulla pista alcuni gruppi di ragazzi che andavano nella sua stessa direzione, ma lungo tutto il tragitto non aveva mai avuto la sensazione di essere seguita”.

Donna aggredita.  La sua testimonianza

Di lì a poco, si legge ancora sul Giorno, qualcuno l’ha affiancata in bici, si è sentita toccare il seno sinistro e si è voltata.

“Ho visto un uomo sui 25-30 anni che parlava italiano” e che voleva farsi toccare i genitali, ha messo a verbale la donna nella sua denuncia ai carabinieri.

Al suo rifiuto, il giovane l’ha spinta a terra con forza sul ciglio della pista. Con un braccio la teneva ferma e con l’altro si era abbassato i pantaloni.

“Ho reagito tirandogli i capelli, gli ho morso un dito, gridavo aiuto”, ha raccontato. Nessuno deve aver sentito però, o comunque nessuno si è fermato. (Fonte: Il Giorno).