Milano, egiziano fermato per aver violentato una marocchina in discoteca

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2018 10:16 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2018 10:16
Milano, egiziano fermato per aver violentato una marocchina in discoteca

Milano, egiziano fermato per aver violentato una marocchina in discoteca

MILANO – Un cittadino egiziano di 35 anni, Y.D.M.A., con precedenti per numerosi reati è stato fermato per la violenza sessuale a una trentenne marocchina avvenuta lunedì a Sesto S.Giovanni, nel Milanese. Lo ha comunicato la questura di Milano. “Su indicazione della stessa vittima – si legge in una nota – è stato riconosciuto quale autore della violenza. Nei suoi confronti è scattato il fermo di indiziato di delitto e lo stesso è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria”.

Nel corso dei controlli nella discoteca coinvolta nell’episodio, gli agenti del Commissariato PS di Cinisello hanno rintracciato due uomini stranieri, privi di documenti, che sono stati fotosegnalati risultando irregolari sul territorio nazionale.

Il fatto è accaduto nella discoteca “Al Jazeera”, frequentata soprattutto da immigrati, dove nel 2016 scoppiò una violenta rissa che si concluse con due fratelli marocchini accoltellati. In quell’occasione, scrive MilanoToday, il “marito della titolare e un buttafuori” furono “arrestati con l’accusa di duplice tentato omicidio”. E quando gli agenti si presentarono di fronte al bar per consegnare l’ordine di dissequestro, trovarono i sigilli rimossi e la titolare all’interno intenta a preparare la festa di capodanno, Come se nulla fosse. E il disco-pub venne nuovamente chiuso.