Milano: imprenditore uccide la moglie, poi si toglie la vita

Pubblicato il 5 Marzo 2013 10:13 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2013 10:17

MILANO – Un anziano imprenditore ha ucciso la moglie e poi si è tolto la vita nella notte tra lunedì e martedì in provincia di Milano. L’uomo, secondo la prima ricostruzione dei carabinieri, in tarda nottata ha sparato alla donna nel letto e poi ha rivolto la pistola, regolarmente detenuta, verso se stesso. Sul posto, la frazione San Felice a Segrate (Milano) sono intervenuti i carabinieri.

Il marito, di 77 anni, pare soffrisse di problemi di depressione dopo essere andato in pensione. La moglie aveva 67 anni. Ma secondo le prime informazioni acquisite dal nucleo Investigativo dei Carabinieri di Milano, l’imprenditore aveva grossi problemi economici nella sua attività commerciale. Lo ha spiegato il figlio ai militari dell’arma, dicendo che da tempo la situazione debitoria lo angustiava. I parenti hanno spiegato di non essere a conoscenza di sue eventuali gravi malattie.

L’imprenditore aveva appeso fuori dalla porta di casa un biglietto in cui chiedeva di “non entrare” e di avvisare “mio figlio e pare sia stato proprio il messaggio appeso fuori dalla porta ad attirare l’attenzione dei vicini di casa che, allarmati, hanno chiamati i carabinieri.