Milano, imputato in tribunale colpisce poliziotto e cerca di prendergli la pistola

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 febbraio 2018 19:50 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2018 19:50
Imputato in tribunale a Milano colpisce poliziotto e cerca di prendergli la pistola

Il Tribunale di Milano (Foto Ansa)

MILANO – Momenti di paura martedì pomeriggio, 27 febbraio, in un’aula delle direttissime al Tribunale di Milano. Un uomo marocchino, arrestato per spaccio di cocaina e in udienza di convalida davanti al giudice Marco Formentin, ha colpito con un violentissimo pugno un poliziotto e ha anche cercato di prendere la sua pistola, ma non ci è riuscito perché altre tre agenti della polizia locale che erano in aula lo hanno bloccato.

L’agente colpito è stato portato all’ospedale Fatebenefratelli per accertamenti, anche perché in un primo momento ha anche perso conoscenza a causa del pugno. L’aggressore è stato di nuovo arrestato e portato fuori dal Tribunale dagli agenti mentre continuava ad inveire e a gridare. L’uomo, stando a una prima ricostruzione, ha colpito l’agente non appena è uscito dalla gabbia che si trova nell’aula delle direttissime per andare a sedere nel banco degli imputati.

Il Tribunale di Milano è stato in passato lo scenario della furia omicida di Claudio Giardiello, l’imprenditore a che il 9 aprile del 2015, durante un processo proprio in quelle aule, fece fuoco, uccidendo l’avvocato-testimone Lorenzo Claris Appiani, il coimputato Giorgio Erba e il giudice Fernando Ciampi, che si era occupato del fallimento della sua società, Immobiliare Magenta. Per la strage è già stato condannato all’ergastolo a Brescia.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other