Milano/ Lascia in hotel una busta con 45.000 euro: indagato Massimo Caputi, ex ad di Sviluppo Italia, per riciclaggio e aggiotaggio

Pubblicato il 24 Luglio 2009 10:31 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2009 10:31

bustaÈ costata cara a Massimo Caputi la dimenticanza di una busta con 45.000 euro in un albergo di Milano. Non tanto per i contanti che vi erano contenuti all’interno, quanto per le accuse che adesso pendono sul capo dell’ex numero uno di Sviluppo Italia e oggi am­ministratore delegato di Ze­ro sgr e di Fimit sgr, entrambe società di gestione del risparmio.

Infatti da quel ritrovamento parte l’indagine per riciclaggio, un reato che ancora consente di utilizzare le intercettazioni. E, dopo qualche telefonata sospetta, la Procura di Milano ha aperto un’inchiesta con le accuse di riciclaggio, di ag­giotaggio, e di ostacolo al­l’attività di controllo di Con­sob e Bankitalia «fino a giu­gno 2009».

Per la difesa, i 45.000 euro scordati dimenticati in hotel il 7 maggio 2008 erano solo la liquidità necessaria a Caputi per pagare i fattori che gli curano una tenuta agricola nel Centro Ita­lia. Ma, stando ai testi delle conversazioni intercettate, i problemi per Caputi sarebbero ben più gravi .