Milano, lei lo vuole lasciare, lui non l’accetta e l’ammazza a coltellate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 febbraio 2014 10:51 | Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2014 10:52
Milano, lei lo vuole lasciare, lui non l'accetta e l'ammazza a coltellate

Milano, lei lo vuole lasciare, lui non l’accetta e l’ammazza a coltellate

MILANO – Una lite di coppia, lei che vuole lasciare lui. Lui che non accetta la rottura. E la uccide a coltellate. E’ l’ennesimo femminicidio, avvenuto in un appartamento di piazzale Accursio, a Milano.

Martedì sera, 11 febbraio, lei, assistente sanitaria ecuadoregna di 44 anni, con cittadinanza italiana, era tornata a casa dalla clinica geriatrica in via Paravia, dove lavorava, intorno alle 21.

Ha avuto una discussione con il compagno, un piccolo imprenditore egiziano di 44 anni che ha un’attività nel settore delle pulizie. Lui non voleva accettare la loro separazione. Così ad un certo punto della lite lui ha preso un coltello e l’ha colpita. Una, due, tre volte, tante volte. Quando sono arrivati i soccorsi era ancora viva, ma è morta poco dopo per le ferite.