Milano, ancora disagi in metro. Scippatore fugge in galleria: fermati i treni

Pubblicato il 3 ottobre 2012 13:59 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2012 14:37

MILANO – Ancora disagi in metropolitana a Milano, dove un tratto della linea 1 della è rimasto bloccato mercoledì mattina, ma la causa non erano malattie e scioperi, bensì uno scippo.  L’uomo in fuga con la refurtiva è entrato nella galleria che collega le stazioni di Turro e Rovereto costringendo l’Atm a interrompere la circolazione. Secondo l’Azienda Trasporti, la linea è rimasta chiusa per circa 20 minuti fra le fermate di Villa San Giovanni e Loreto per poi riprendere il normale corso ma dello scippatore nessuna traccia. L’uomo è riuscito a scappare.

Alcuni passeggeri hanno segnalato la presenza di una persona dai tratti mediorientali che scappava con una borsa in direzione della galleria all’interno della stazione di Rovereto. L’allarme ha fatto scattare immediatamente il blocco della circolazione: dopo poco si è scoperto che il sospettato si era rifugiato in galleria per seminare un passante che lo stava inseguendo. L’uomo, infatti, avrebbe strappato dal collo di un anziano signore di 85 anni una collanina d’oro in via privata della Torre, una traversa di viale Monza.

Ancora una giornata di tensioni tra i pendolari milanesi, all’indomani dello sciopero “infernale” che è costato due ricoveri in ospedale e altre 15 persone sono state colte da malore.

Al furto di mercoledì mattina ha assistito un ragazzo che ha cercato di catturare il rapinatore seguendolo fino all’ingresso della stazione di Rovereto. Qui si è fermato, mentre il fuggitivo si è diretto verso la galleria. I passeggeri in banchina e alcuni a bordo del treno in transito hanno notato la sua fuga e lo hanno segnalato. Non è chiaro a chi appartenesse il borsello descritto; sembra comunque che non fosse dell’anziano, trasportato in codice verde all’ospedale Città Studi per alcuni graffi ed escoriazioni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che stanno ancora cercando lo scippatore. Intanto, la circolazione è ripresa normalmente.