Milano, il nigeriano arrestato a Porta Garibaldi a novembre aggredì un’altra ragazza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 agosto 2018 13:18 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2018 13:18
milano nigeriano

Milano, il nigeriano arrestato a Porta Garibaldi a novembre aggredì un’altra ragazza

MILANO – Onyekachi Craxi Kecious, il nigeriano 31enne arrestato nei giorni scorsi per violenza sessuale dopo aver cercato di stuprare [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] una ragazza di 25 anni, che lo ha neutralizzato usando uno spray al peperoncino, alla stazione di Porta Garibaldi il 20 luglio, a novembre era stato bloccato e denunciato sempre per violenza sessuale, in concorso con un’altra persona, dai carabinieri del Nucleo operativo e del Radiomobile di Monza.

A raccontare la vicenda a Il Giorno, la vittima di quell’aggressione.

“Ero sul treno Lecco-Milano e ricordo di aver notato questo gruppo di stranieri. Mi ero seduta in un vagone lontano dal loro ma a un certo punto me li sono trovati accanto: uno ha strofinato le sue parti intime sul mio braccio. Forse proprio Craxi Kecious. Ricordo che tutti mi guardavano e dicevano frasi del tipo “ha paura, ha paura”. Io sono rimasta seduta e ho telefonato a mio padre. Credevano che chiamassi la polizia e si sono avvicinati ancora di più. A quel punto mi sono alzata e ho iniziato a correre. Un incubo vedere davanti a me solo carrozze deserte. In un vagone ho notato un altro ragazzo straniero, pure lui solo, e gli ho chiesto di potermi sedere vicino a lui. Mi sentivo più tranquilla con un’altra persona”.

La ragazza, 33 anni, continua il racconto: “Ho incontrato il capotreno. Gli ho segnalato l’accaduto e l’ho esortato a bloccarli. Lui in un primo momento non voleva intervenire, credo per paura, ma io sono rimasta basita e gli ho detto che avrei potuto denunciare anche lui. Poi, arrivati alla stazione di Monza, il treno si è fermato e c’erano i carabinieri. Sono intervenuti loro: hanno bloccato il branco, solo uno di loro è riuscito a scappare”.