Milano, omicidio all’Arco della Pace: senzatetto ucciso con una bicicletta

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 novembre 2018 0:01 | Ultimo aggiornamento: 14 novembre 2018 0:01
Milano, omicidio all'Arco della Pace: senzatetto ucciso con una bicicletta

Milano, omicidio all’Arco della Pace: senzatetto ucciso con una bicicletta (Foto Ansa)

MILANO  –  Omicidio in centro a Milano lunedì sera, 12 novembre. Poco dopo le 19 un tunisino di 41 anni, Tarek El Hosni, è stato ucciso a colpi di bici da un giovane di 22 anni del Salvador. E’ accaduto in piazza Sempione, zona centrale della città. 

Il tunisino è stato colpito più volte con una bicicletta al culmine di un violento litigio. Quando gli agenti e i soccorritori del 118 sono arrivati sul luogo dell’aggressione, hanno trovato l’uomo già riverso a terra e privo di sensi con ferite alla testa, alla mandibola e alla trachea. L’uomo è morto sul posto in seguito a un arresto cardiaco. 

La lite si è consumata all’altezza dell’Arco della Pace. Il salvadoregno, 22 anni, è stato fermato dalla polizia, che sta formalizzando le accuse, e trasportato in codice giallo al Fatebenefratelli per una ferita alla mano.

“Avevo bevuto per tutto il giorno tequila”: così ha provato a giustificarsi, prima di scoppiare a piangere davanti agli investigatori, il salvadoregno, anche lui senzatetto come la sua vittima, insieme alla quale bivaccava in zona Arco della Pace.

Tra i due uomini sarebbe scoppiata una lite per futili motivi, alla presenza anche di altri due senzatetto (anche loro ubriachi e rimasti immobili durante l’aggressione), e a un certo punto il salvadoregno ha preso a calci il tunisino che è finito a terra. E poi, stando alle indagini, l’ha colpito almeno cinque volte al volto scagliandogli contro la sua bicicletta, che aveva anche un grosso lucchetto attaccato al telaio. Il giovane è stato arrestato dalla polizia poco distante dal luogo dell’aggressione ed è scoppiato a piangere quando ha saputo che l’uomo era morto.