Milano, palpeggia ragazzina di 12 anni sul bus 91: ai domiciliari

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Gennaio 2020 16:14 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2020 16:14
Milano, palpeggia ragazzina di 12 anni sul bus 91: ai domiciliari

Milano, palpeggia ragazzina di 12 anni sul bus 91: ai domiciliari (Foto archivio Ansa)

MILANO  –  Avrebbe palpeggiato più volte una ragazzina di 12 anni sull’autobus a Milano. Ma è stato arrestato e ora è ai domiciliari. L’uomo, un cittadino ecuadoriano di 41 anni, ha precedenti per un tentato omicidio commesso nel 2011 ai danni di un peruviano, atti osceni, furto e ricettazione. 

Secondo quanto riferito dalla piccola, dalla sua babysitter che era con lei quel giorno e anche dalle telecamere di sorveglianza sul bus, il 28 ottobre scorso l’uomo, a bordo del 91 tra viale Campania e piazzale Piola, avrebbe più volte abusato della ragazzina. 

A denunciare l’episodio era stata proprio la babysitter, che era con la piccola lo stesso giorno, e i fatti erano stati confermati dalla ragazzina in sede di audizione protetta. L’uomo è ora agli arresti domiciliari. Sono in corso accertamenti per verificare che l’arrestato non sia autore di altri episodi di violenza e abusi. 

L’indagato si è sposato con un’italiana dopo essere uscito dal carcere per la condanna per il tentato omicidio ma vive con un’altra donna. A lui gli investigatori della Squadra mobile sono arrivati grazie alla descrizione della babysitter, una ragazza di 20 anni, che era con la bambina e a delle fotografie che avevano già a disposizione gli agenti della Sezione metropolitana i quali lo tenevano d’occhio perché sospettavano fosse un borseggiatore. Confrontando le immagini delle telecamere dell’autobus e dopo averle fatte vedere alla babysitter e alla bambina sono arrivati a identificarlo e a eseguire la misura cautelare. (Fonte: Ansa)