Milano, donna a processo per Blue Whale: incitava ragazzina a tagliarsi sotto minacce di morte

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2019 15:05 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2019 15:05
Blue Whale, incitava ragazzina alla sfida: donna a processo a Milano

Milano, donna a processo per Blue Whale: incitava ragazzina a tagliarsi sotto minacce di morte

MILANO – Ha lanciato la Blue Whale Challenge a una ragazzina di 14 anni, l’ha minacciata di morte e l’ha spinta a infliggersi dei tagli sul corpo. Questa la denuncia nei confronti di una donna di 23 anni che è stata rinviata a giudizio a Milano con l’accusa di atti persecutori e violenza privata aggravati. Si tratta del primo processo in Italia per questa folle sfida.

Secondo le accuse delle autorità, la donna si è spacciata per un “curatore” della sfida Blue Whale che richiede ai giovani 50 prove di “coraggio”. Si tratta di sfide pericolose, che possono portare alla morte. 

L’accusata avrebbe utilizzato Instagram e Facebook con la complicità di un altro minorenne per convincere la ragazzina a farsi alcuni tagli sul corpo e inviarle delle foto come primo step del folle gioco. Per questo motivo il gip Anna Magelli ha mandato a giudizio per il prossimo 16 aprile la 23enne con le accuse di atti persecutori e violenza privata aggravati.