Milano: ragazze adescate on line e costrette a prostituirsi, arrestato titolare club privè

Pubblicato il 11 Novembre 2010 23:44 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2010 23:44

Avrebbe adescato giovani italiane e straniere via internet con la scusa di assumerle nel suo locale. Una volta contattate, le avrebbe costrette a prostituirsi con la forza. “Cercasi ragazza immagine e ballerina di lap dance”, scriveva Matteo L., il 36enne titolare dell’Hot Club Privè di via dei Bravi a Cormano, arrestato per violenza sessuale, lesioni personali, induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Ma dopo aver preso appuntamento con le sue vittime, secondo la ricostruzione degli inquirenti, le andava a prendere in stazione e le trasportava in macchina fino al locale, dove le donne, tra i 20 e i 35 anni, venivano fotografate per essere mostrate ai potenziali clienti.

Le immagini di italiane, rumene, ucraine, lituane e brasiliane, venivano inserite sui siti di sesso a pagamento, tra cui “Escort Italia”, “Birikine” e “Lussuria-Milano”, con il numero di telefono di una complice, Daniela Claudia T., incensurata rumena di 28 anni. La donna, finita in manette, fissava gli incontri con i clienti in stanze d’albergo o appartamenti per 150 euro a prestazione.

Le giovani, non meno di una decina secondo gli inquirenti, non potevano rifiutarsi di prostituirsi, pena le percosse. In manette anche Luis Juan Josè A. T., peruviano di 30 anni, incensurato e regolare, per aver picchiato la fidanzata decisa a rifiutarsi di vendere il proprio corpo. La stessa donna, lo scorso dicembre, aveva denunciato tutto alla polizia, compresa la violenza sessuale subita proprio dal titolare del locale, che con la scusa di testare le sue capacità di ballerina aveva abusato di lei.

Gli agenti della squadra mobile hanno collegato i fatti raccontati dalla vittima a un’altra indagine partita nel 2006 e non ancora portata a termine. Chiarita la complicità degli arrestati anche negli episodi precedenti, gli investigatori hanno fatto scattare le manette per Roberto Pagano, 35enne con precedente, coinvolto soltanto tra il 2005 e l’anno successivo.

5 x 1000