Milano, pusher gambiano rimesso in libertà dai giudici: “Spaccia per necessità”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 agosto 2018 9:42 | Ultimo aggiornamento: 30 agosto 2018 9:42
milano pusher

Milano, pusher gambiano rimesso in libertà dai giudici: “Spaccia per necessità”

MILANO – Un gambiano 31enne, arrestato più volte in flagranza per spaccio di stupefacenti in strada dalla polizia alla periferia nord di Milano, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] è stato rilasciato dal Tribunale del Riesame che ha giustificato la sua attività per il fatto che l’uomo “non ha alcun provento derivante da attività lavorativa e lo spaccio appare l’unico modo per mantenersi”. Una vicenda, raccontata sulle pagine de Il Giornale da Paolo Fucilieri, che ha provocato molte polemiche.

Quello che appare paradossale è che quegli stessi indizi nel giudizio per direttissima, che si è svolto il 27 luglio scorso, avevano portato l’africano direttamente in cella a San Vittore, considerando anche il fatto che l’uomo era stato sorpreso dagli agenti per la seconda volta in quattro giorni a spacciare droga nella periferia nord del capoluogo lombardo.

I giudici del Tribunale del riesame pur ammettendo che l’immigrato sia recidivo e che ci sia “un concreto e attuale pericolo di reiterazione di analoghi reati” hanno deciso di  applicare solo il divieto di dimora nei territori del Comune di Milano, dove l’uomo ha svolto la sua attività di pusher.