Milano, 20enne uccisa a coltellate. Sospetti su un tranviere, l’ospitava a casa sua

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2018 14:43 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2018 18:40
milano 19enne uccisa coltellate milano

Jessica Valentina Faoro, la 19enne uccisa a Milano

MILANO – Jessica Valentina Faoro, una ragazza di 20 anni, è stata uccisa a coltellate in un appartamento in via Francesco Brioschi 93 a Milano. “Ho una donna morta in casa”, a chiamare le forze dell’ordine l’uomo che la ospitava e su cui ora si indaga a verifica della sua ricostruzione dei fatti. Si chiama Alessandro Garlaschi, 39 anni tranviere della Atm.

Alessandro Garlaschi in quell’appartamento vive con la moglie e la coppia stava ospitando da qualche giorno Jessica.

Alla base del delitto, secondo i sospetti, potrebbe esserci un rifiuto della giovane dopo un tentativo di approccio da parte dell’uomo. Garlaschi avrebbe atteso l’uscita della moglie da casa per fare avance alla giovane.

“Ho fatto un guaio grosso”, avrebbe detto l’uomo passando in portineria questa mattina, hanno riferito alcuni condomini. Negli ultimi giorni, secondo quanto riferito da alcuni testimoni, il tranviere e la ragazza sarebbero stati visti passeggiare insieme in un giardino della zona. La moglie di Garlaschi, in lacrime, è stata portata via dalla polizia per essere ascoltata. Non è chiaro se fosse presente in casa al momento dell’omicidio.

Nel complesso residenziale del quartiere, dove abitano solo famiglie di autoferrotranvieri, sono tutti sotto shock. La coppia si era trasferita da non molto nel palazzo, e anche per questo era poco conosciuta dai vicini. I colleghi definiscono il 39enne come “un tipo cupo e strano”. Lavorava nel deposito Atm di via Messina. L’ultima volta è stato visto da alcuni vicini martedì sera, accompagnare il cane. I condomini descrivono marito e moglie come “persone schive e un po’ scostanti”. “Abitavano in un altro palazzo, si sono trasferiti qui da qualche tempo, in un appartamento più grande, perché con i vecchi vicini c’erano stati alcuni screzi e, forse, qualche dispetto”, racconta un vicino che li conosce.

Jessica solo qualche giorno fa su Facebook aveva scritto: “Un giorno senza sorriso è un giorno perso… Ci sono persone con cui perdi tempo e altre con cui perdi il senso del tempo. È solo una questione di scelte…”. Dietro queste parole potrebbe nascondersi la chiave del delitto.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other