Milano, raid omofobo in una scuola di “Cultura Popolare”. Tra le scritte: “W Salvini”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2018 13:00 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2018 13:00
Milano, raid omofobo in una scuola di Milano. Tra le scritte: "W Salvini" (foto Ansa)

Milano, raid omofobo in una scuola di Milano. Tra le scritte: “W Salvini” (foto Ansa)

MILANO – Anche i bambini si sono dati da fare per ripulire dalla devastazione, dalle scritte omofobe, dalle svastiche e dai “w Salvini” che hanno imbrattato la “Scuola di Cultura Popolare” in Via Bramantino, alla vigilia della ripresa delle sue attività. A denunciare i fatti nella notte via Facebook l’ex consigliere Fabio Galesi.

E così anche alcuni bambini all’opera con spugnette e scope per cancellare “un gesto ignobile e allarmante, – come l’aveva definito Galesi – che tutte le forze democratiche del Paese devono condannare”. “Ci sono dieci bambini – ha riferito, per la cronaca, Luca Paladini de “I Sentinelli di Milano” con tanto di foto – che stanno cancellando l’odio con le scope, le spugne e i sorrisi”.