Milano, rapinatore peruviano tradito e ucciso dai complici: fermati 4 egiziani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 settembre 2013 8:37 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2013 8:40
Milano, rapinatore peruviano tradito e ucciso dai complici: fermati 4 egiziani

(Foto Lapresse)

MILANO – Aveva partecipato ad una rapina a Milano, in via Oldofredi, insieme a due complici, una donna italiana e un uomo egiziano. Ma proprio l’egiziano lo ha tradito e ucciso insieme a tre connazionali per portargli via la refurtiva. Royas Padilla George Elvis, peruviano di 28 anni, è morto, ma i carabinieri di Milano hanno arrestato tra Sesto San Giovanni e la zona Giambellino i quattro egiziani, tutti pregiudicati tra i 32 e i 35 anni.

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, l’omicidio sarebbe collegato ad una rapina avvenuta poco prima e a poca distanza, in via Nazario Sauro, nell’appartamento di una coppia di italiani che da tempo aveva deciso di trasferirsi e aveva messo in vendita la casa.

Il proprietario aveva chiesto all’uomo, agente immobiliare, di mettere un annuncio e il peruviano, l’italiana e l’egiziano si sono finti interessati e hanno fissato un appuntamento.

Alle 11 di sabato 8 settembre hanno fatto irruzione in casa con pistola finta, storditore e fascette. Hanno immobilizzato i due e portato via una decina di borse griffate ed effetti personali per circa 2mila euro.

Poi sono scappati dividendosi: da una parte il peruviano e dall’altra l’italiana e l’egiziano. Ma quest’ultimo giorni prima avrebbe organizzato con i quattro connazionali poi arrestati di rubare il bottino al peruviano. Così quando Rojas stava caricando l’auto in via Oldofredi, dopo la rapina, è stato aggredito dai quattro che, forse minacciati dall’uomo con l’arma a salve, lo hanno ferito a morte.

I due complici della vittima, che saranno accusati di rapina, sono tuttora ricercati.