Milano, rider protesta per divieto bici su treno: denunciato

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Giugno 2020 18:52 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2020 18:52
rider bici ansa

Milano, rider protesta per divieto bici su treno: denunciato (Ansa)

MILANO – Milano, rider protesta per divieto bici su treno: denunciato. ù

Le disposizioni con cui si vieta di salire sui convogli di Trenord con la bicicletta stanno sollevando le proteste da parte di quei rider che dopo aver lavorato a Milano per tutto il giorno devono prendere il treno per tornare a casa.

Proteste che, è stato riferito, hanno già visto l”intervento nella Polizia nelle stazioni di Lambrate, Porta Genova e ieri sera, l’ultimo caso, alla stazione di Greco Pirelli.

Qui, ad essere stato coinvolto è un giovane originario della Nigeria poi fermato e ora indagato a piede libero.

Il caso denunciato su Facebook da Deliverance Milano, l’associazione che tutela i fattorini su due ruote,.

Si legge sul post che il caso riguarda “un rider pendolare (con permesso di soggiorno e che paga regolarmente l’abbonamento) che ha partecipato alle proteste, perché voleva salire sull’ultimo treno con la bicicletta per tornare a casa”.

“invece di essere costretto ad abbandonarla in stazione o a dormire su una panchina” aggiunge Deliverance Milano.

“Tutto questo è semplicemente assurdo – prosegue il post – . Vogliamo i vagoni per le biciclette su tutti i treni e dignità per tutti i rider!”

“Non può essere a discrezione di un capostazione la decisione di lasciarci salire o no sul treno, vogliamo poter lavorare!”

“Durante il lockdown – prosegue l’associazione – farci lavorare senza protezioni vi stava bene e questa è la vostra ricompensa?”

“La mobilità è un diritto, la risposta di Trenord e di Regione Lombardia non può essere la repressione poliziesca. Vogliamo risposte, ora!”.

Rider denunciato, la ricostruzione della Polizia 

Secondo la ricostruzione della Polizia, il nigeriano di 28 anni avrebbe cercato di incitare altri rider e le persone presenti in stazione a prendere parte alla proteste.

Non avendo avuto seguito, è la versione degli investigatori, se la sarebbe presa con gli agenti che poi lo hanno fermato e denunciato a piede libero per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Denuciato anche per possesso illegale di droga in quanto i poliziotti gli hanno trovato addosso 0,43  grammi di hashish (fonte: Ansa).