Milano, rissa nel cuore della movida: fermato figlio di un capo ultras dell’Inter

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Giugno 2020 12:28 | Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2020 13:01
Carabinieri, Ansa

Milano, rissa nel cuore della movida: fermato figlio di un capo ultras dell’Inter (foto Ansa)

ROMA – E’ stato arrestato il presunto aggressore di un 24enne accoltellato nella notte tra il 5 e il 6 giugno, durante una rissa in piano centro, a Milano.

Lo scrive l’agenzia Ansa.

Si tratta di un 21enne milanese, figlio del leader storico degli ultras nerazzurri.

A individuarlo sono stati i carabinieri, che nel corso di una perquisizione, racconta l’Ansa, hanno anche sequestrato un coltello a serramanico che potrebbero essere stati utilizzati durante l’accoltellamento.

Il giovane è stato riconosciuto grazie alle telecamere che hanno inquadrato buona parte della rissa, scoppiata alle 2 e mezza del 6 giugno scorso tra i tavolini all’aperto in corso Garibaldi, una delle strade della ‘movida’ milanese, e grazie ai testimoni sentiti, che hanno parlato di ‘ultras’.

Una volta inquadrata la presenza di ultras il suo volto, noto, non è sfuggito agli investigatori della Compagnia Duomo, che si sono recati in via Padova, perquisendo la sua abitazione e una vettura.

La rissa

La rissa sarebbe nata da una lite tra alcuni ragazzi, per strada, fuori da un locale, e si sarebbe poi estesa a diversi altri presenti.

Racconta Milano Today:

“Tutto è nato a causa di una rissa tra alcuni ragazzi ubriachi, parapiglia scatenatosi all’altezza del civico 104. Nel corso della zuffa il 24enne è stato raggiunto da cinque coltellate: quattro al torace e una all’inguine. Ferite profonde, tanto che i sanitari lo hanno accompagnato d’urgenza al pronto soccorso del Niguarda dove è stato operato durante la notte”. (Fonti: Ansa, Milano Today).