Milano, sgomberato campo nomadi in via San Dionigi: roghi per protesta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Agosto 2014 17:57 | Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2014 17:57
Milano, sgomberato campo nomadi in via San Dionigi: roghi per protesta

Milano, sgomberato campo nomadi in via San Dionigi: roghi per protesta

MILANO – Due insediamenti abusivi di nomadi sono stati sgomberati alla periferia sud di Milano. Una trentina di uomini, donne e bambini romeni sono stati spostati dalla Polizia locale. Lo sgombero, in via San Dionigi, era programmato da tempo, ma alcuni rom, intorno alle 8, alla vista dei mezzi del Comune che dovevano spianare le baracche, ne hanno incendiate tre. Lo sgombero, però, è stato solo ritardato. Oltre alle persone il Comune ha affidato al canile 8 cani trovati sul posto e senza padrone. Le ruspe hanno poi provveduto a spianare le baracche mentre le roulotte in grado di muoversi sono state portate via dai proprietari.

Delle circa cinquanta persone presenti al momento dello sgombero 34 persone (di cui 14 minori) hanno accettato i percorsi di reinserimento del centro di recupero di via Lombroso. Tutte sono state allontanate, le strutture sono state demolite ed è iniziata la pulizia e la messa in sicurezza dell’area che continuerà anche nei prossimi giorni. L’unico incidente, hanno spiegato dal Comune, è stato l’incendio di tre bombole gas, subito domato dai vigili del fuoco.

La polizia locale è anche intervenuta anche in via Pestagalli per impedire un tentativo di occupazione. “Dopo oltre dieci anni di incuria e abbandono, l’area di via San Dionigi Porto di Mare può finalmente essere riqualificata e restituita alla città”: hanno affermato il vicesindaco e assessore all’Urbanistica del Comune di Milano Ada Lucia De Cesaris e l’assessore alla Sicurezza Marco Granelli, che da stamattina coordinano le operazioni di sgombero.