Milano, spray al peperoncino nella metro a Cimiano: panico e malori tra la gente

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Ottobre 2019 17:51 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2019 19:56
Milano, spray al peperoncino nella metro a Cimiano: panico e malori tra la gente

Una fermata della metro a Milano (foto ANSA)

MILANO – Ancora malori per uno spray al peperoncino spruzzato in un luogo pubblico, stavolta davanti ai tornelli della stazione della metropolitana milanese di Cimiano, sulla linea Verde. E’ accaduto alle 15 di oggi, 25 ottobre, quando la circolazione dei treni è ritornata alla normalità dopo il blocco dovuto allo sciopero iniziato alle 8.45.

Una nuvola di oleoresin capsicum, la sostanza che sfrutta il principio attivo della capsaicina, ha invaso l’area di accesso alla metro, investendo dieci persone passate in quel punto subito dopo. Si tratta di 6 femmine (una neonata di un anno, di 7, 11, 13, 14 e 33) e 4 maschi (di 3, 15, 33, 55, 56): hanno avvertito tutti difficoltà respiratorie e bruciore agli occhi, per lo più fastidi spariti col passare dei minuti e per i quali non è stato necessario il trasporto in ospedale. Sul posto sono state comunque inviate auto mediche a titolo precauzionale mentre l’Azienda Trasporti Milanesi ha bloccato la circolazione fino alle 15.25, consentendo comunque il transito dei treni senza la sosta.

La polizia ha preso i filmati delle telecamere della stazione nel tentativo di individuare l’autore del gesto, sul quale per ora non c’è alcuna indicazione. Tra le ipotesi c’è anche la possibilità che sia legato proprio allo sciopero.

Ieri mattina un episodio identico è avvenuto in città all’istituto di istruzione superiore “Galvani” di via Gatti, dove 5 studenti (tra i 14 e i 16 anni) e una professoressa di 43 anni sono rimasti leggermente intossicati a causa di uno spray vaporizzato vicino alla scala del secondo piano. Secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri, sarebbe stato uno studente (non ancora identificato) durante l’intervallo. Era accaduta la stessa cosa il primo ottobre in un’aula dell’istituto superiore Suore della Riparazione in via Salerio alla presenza di quasi 30 ragazzi di 14 anni. Di questi, ben 23 hanno avuto bisogno dell’intervento dei paramedici del 118 per una lieve intossicazione dovuto allo spray spruzzato da uno di loro per fare uno scherzo.

Sempre spray al peperoncino fu spruzzato nella discoteca più famosa di Milano, l’Hollywood di Corso Como, nella notte fra il 21 e il 22 settembre scorso: solo due ragazze chiesero l’intervento delle ambulanze per una leggera intossicazione.

Molto gravi altri episodi precedenti in Italia: a Corinaldo (Ancona) l’8 dicembre 2018 morirono sei persone alla discoteca Lanterna Azzurra e a Torino il 3 giugno 2017 un gruppo di ragazzini spruzzò lo spray causando due morti tra la folla presente in piazza San Carlo per seguire la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid.

Fonte: ANSA