Milano, chiamano pompieri per fuga di gas: trovano una trans uccisa a coltellate in casa

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Luglio 2020 21:55 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2020 21:55
Milano, chiamano pompieri per fuga di gas: trovano una trans uccisa a coltellate in casa

Milano, chiamano pompieri per fuga di gas: trovano una trans uccisa a coltellate in casa

Una trans di 48 anni è stata trovata morta in casa a Milano, uccisa a coltellate. A trovarla sono stati i vigili del fuoco, intervenuti per una fuga di gas. 

La vittima, di origini brasiliane, lavorava come escort e riceveva i clienti nel suo appartamento al secondo piano in via Plana, a Milano.

Di nomi ne aveva tanti, diversi alias con i quali lavorava. A scoprire il cadavere sono stati i vigili del fuoco, chiamati con Unareti, per una fuga di gas dai vicini allarmati per l’odore che proveniva dall’alloggio.

Quando sono saliti con l’autoscala, si sono trovati di fronte uno spettacolo agghiacciante. La prima cosa che hanno visto è stato il corpo riverso a terra, in una pozza di sangue. E così hanno avvisato le forze dell’ordine.

Di certo si è trattato di un delitto oltremodo violento, avvenuto forse al culmine di una lite, con estrema rabbia. La vittima è stata colpita con dei fendenti sia sul torace, che sulla schiena. E non solo una o due volte.

Anche per questo una delle ipotesi principali è che sia stato assassinato al culmine di una lite. La rabbia cieca non ha però impedito all’assassino di portare via l’arma del delitto, di aprire il gas prima di scappare e di chiudere la porta.

Sul posto sono intervenuti il medico legale e il pm di turno. Insieme agli specialisti delle Investigazioni scientifiche dei Carabinieri per effettuare i rilievi nell’abitazione.

Intanto i militari del Nucleo investigativo di via Moscova, che sono arrivati in via Plana per avviare le indagini, stanno sentendo alcune persone. (Fonte: Ansa).