Mini-tangente da due euro: il costo di una colazione per notizie riservate

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Gennaio 2015 11:43 | Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2015 11:46
Mini-tangente da due euro: il costo di una colazione per notizie riservate

Mini-tangente da due euro: il costo di una colazione per notizie riservate

ROMA – Due euro, al massimo cinque. Il prezzo di una colazione in cambio di informazioni patrimoniali riservate sul conto di persone terze. E’ questo quello che, secondo l’accusa, faceva Antonio Orsini, dipendente della Lazio service, società partecipata della Regione Lazio.

Una mini tangente, davvero economica, che Orsini avrebbe preteso da almeno 4 imprenditori che avevano bisogno di conoscere lo stato patrimoniale di centinaia di persone per conto di loro clienti. Un giro di soldi che sarebbe andato avanti fino al dicembre 2013, quando Orsini è stato arrestato. Scrive il Corriere della Sera:

La lista degli imputati (14 persone) comprende Katia Bazzacco (dipendente di Equitalia) e Antonio Caia (impiegato della «Lait», altra società partecipata dalla Regione), accusati di falso per aver eliminato cartelle esattoriali intestate a un autosalone. Secondo gli inquirenti, al dipendente di «Lazio Service» si sono rivolti quattro imprenditori che avevano bisogno di conoscere lo stato patrimoniale di centinaia di persone per conto dei loro clienti. A far esplodere il caso è stato Valter Onorati, direttore commerciale della «Cdm»: raccontò agli investigatori che per una verifica su 400 soggetti versò a Orsini 2000 euro. Nei servizi forniti dal dipendente, rientrava talvolta anche la cancellazione delle sanzioni comminate per i bolli auto non pagati.