Miriam e Roberto, eremiti Moggio Udinese tornano a Trieste

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2015 13:55 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2015 13:55
Miriam e Roberto, eremiti Moggio Udinese tornano a Trieste

Miriam e Roberto, eremiti Moggio Udinese tornano a Trieste

MOGGIO UDINESE – Miriam e Roberto, i due eremiti di Moggio Udinese, probabilmente torneranno in città. I due friulani erano noti come eremiti perché andarono sulle Prealpi Giulie per far nascere la figlia Amina. Dopo il parto, però, i due continuarono a vivere sulle montagne e proprio per questo era stata loro tolta la figlia. Ora sono stati convinti a tornare nella loro casa di Trieste.

Scrive Piero Cargnelutti sul Piccolo:

«Volevano trascorrere la notte su un argine del torrente Aupa – dice il sindaco di Moggio Giorgio Filaferro – ma poi siamo riusciti a convincerli ad accettare l’ospitalità in un capannone di proprietà del Comune, dove gli abbiamo offerto anche del cibo». Pare che Roberto e Miriam fossero ancora intenzionati a continuare la loro vita da vagabondi sulle montagne, ma è stato il primo cittadino a convincerli a farsi riportare a Trieste. «Già nella mattina di ieri – ancora Filaferro – ho sentito le forze dell’ordine e poi ho discusso con loro: volevano tornare sulle montagne, ma non si rendono conto che con il freddo sarebbero morti».

Alla fine, il sindaco ha chiesto loro dove volevano essere portati, e Roberto e Miriam hanno scelto di tornare a Trieste. Il Comune ha provveduto al trasporto. «Come ho detto loro – aggiunge lo stesso Filaferro – ciò che hanno fatto non è “responsabile” perché non è vero che non chiedono niente a nessuno, ma con il loro comportamento hanno messo in allarme la comunità e comunque qualcuno ha dovuto portare loro da mangiare e andare a prenderli sulla montagna».