Mistero: “Musica, il lato oscuro”. Lady Gaga, Rihanna… Messaggi subliminali e massoneria (video)

di Gianluca Pace
Pubblicato il 7 Marzo 2013 13:20 | Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2013 13:22

ROMA – Mistero: “Musica, il lato oscuro”. Lady Gaga, Rihanna… Messaggi subliminali e massoneria. “La musica può agire su di noi con due dei cinque sensi, l’udito e la vista. Influenzando un’unica parte del nostro corpo: la mente”. Così Lucilla Agosti, durante l’ultima puntata di Mistero, ha presentato un servizio per approfondire il lato oscuro della musica. 

Video, canzoni, testi e hits pop con messaggi subliminali (veri o presunti) e simboli massonici. Emanuela Fardella, blogger e scrittore, durante il servizio descrive alcuni casi come quello della cantante pop Jessie J. che nel videoclip della canzone Price Tag si muove “come un burattino manovrato da forze invisibili sotto un albero pieno di soldi”.

Citata anche Ke$ha che nel video di Die Young carica il filmato “di simbolismo massonico-satanico. La scritta Evil nella macchina. Dopo la strage di Newtown la canzone è anche stata ritirata dal mercato americano. Nel video viene anche mostrato l’occhio di Horo, un sorta di elogio verso la setta degli illuminati”. Anche Rihanna nel video  di Where have you been “ci mostra l’occhio di Horo e i ballerini, durante la coreografia, formano l’occhio”. La stessa Rihanna venne fotografata con indosso una maglietta con la scritta Control Minds, “parole disposte in una croce rovesciata, classico simbolo del satanismo”.

Will.i.am nel video di Scream e Shout “cattura un manichino. Chi rappresenta il manichino? Will.i.am potrebbe rappresentare gli illuminati e il manichino noi. Cambiano gli artisti, i video ma i simboli sono sempre gli stessi”.

Non poteva mancare Lady Gaga che in un video cade poi mostra un vortice ipnotico “come a rappresentare la manipolazione dell’elite occulta. Vestita come il robot del film Metropolis. Lei stessa ha dichiarata che il suo pseudonimo derivi dalla canzone Radio Ga Ga dei Queen. La canzone dei Queen è poi diventata colonna sonora del film Metropolis quando è stato rimasterizzato. Il film Metropolis è in alcuni ambienti il film d’eccellenza degli Illuminati”. Anche Madonna in alcuni concerti “mette in scena atmosfere simili a messe nere”  o usa frasi nelle canzoni come “Life is a mistery” (contenuta in Like a Prayer) che sentita al contrario suonerebbe come “Hear Us Save Us Satan”.

Lucilla Agosti termina con un’intervista a Leo Zagami il quale di essere un ex membro della setta degli Illuminati che afferma:

“Sono uscito perché i grandi maestri volevano che veicolassi un messaggio contro il male. Lo scopo finale della setta è robotizzare la gente, non farla pensare. Madonna voleva che facessi una loggia. Lei è interessata alla Massoneria”.

Per guardare il servizio: “Il lato oscuro della musica”