Mix alcol e antistaminici: questo ha fatto precipitare la studentessa a Roma?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Marzo 2015 14:13 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2015 14:14
Mix alcol e antistaminici: questo che ha fatto precipitare la studentessa a Roma?

Mix alcol e antistaminici: questo che ha fatto precipitare la studentessa a Roma?

ROMA –  Potrebbe essere stato un mix di antistaminici e alcol a provocare la caduta quasi mortale della studentessa greca di 17 anni precipitata dall’hotel Colombo dell’Eur di Roma il 4 marzo scorso. Un mix pericoloso, che può causare un calo dell’attenzione e della concentrazione che arriva fino alla sonnolenza. Insomma, non proprio l’ideale per una ragazza su un balcone. Le ragazza prendeva quei farmaci per un’allergia. Probabilmente non sapeva che non era indicato berci sopra quel che quella sera aveva bevuto, come tanti ragazzi in gita di classe.

La polizia pensa ad un incidente o ad un tentativo di suicidio. Escluso, quindi, l’omicidio. Nessuno ha buttato giù la ragazza. Anzi: alcuni suoi compagni che erano con lei dicono di aver provato a trattenerla, nel suo volo da secondo piano dell’albergo, sei metri sopra la strada. Qualcuno racconta di averla sentita dire “Ora mi butto”. Depressione?

C’è anche chi dice che ultimamente lei era strana, sempre triste, “non era più la stessa”, riferisce Alessia Marani sul Messaggero. Quel che è successo davvero quella sera lo potrà dire solo lei, se si sveglierà dal coma in cui è finita.

Al Centro traumatologico della Garbatella è arrivata con un trauma cranico, una emorragia cerebrale, alcune fatture. Una condizione simile a quella di Michael Schumacher dopo lo schianto contro un albero sulle piste da sci svizzere nel 2013. E il timore dei medici è proprio che possa andare come al campione del mondo di Formula 1: potrebbe svegliarsi, ma non potrebbe mai più tornare come prima. Per un banalissimo mix di alcolici e antistaminici.