Sfila in abito da sposa la crocerossina che piace tanto a Berlusconi

Pubblicato il 13 luglio 2010 15:27 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2010 17:03

Barbara Lamuraglia sfila per Curiel

Ha indossato l’abito da sposa in pizzo ecru in chiusura della sfilata di Raffaella Curiel a S. Spirito in Sassia, accompagnata da una ventina di ‘sorelle’, nella classica divisa bianca con velo e croce purpurea.

E’ il sottotenente Barbara Lamuraglia, 47 anni, occhi verdi, fisico statuario, tanto che il 2 giugno, nella parata delle forze armate, colpì molto al suo passaggio il premier Berlusconi e finì su tutti i giornali. Il viso è molto somigliante in effetti a Veronica Lario, come fecero notare allora i giornali.

Il sottotenente è ligia all’obbligo del silenzio. Perfino alla domanda se è sposata rimane muta e indica la fede alla mano sinistra. Dopo la sua uscita in abito da sposa tutti si accorgono di quanto sia portata per la passerella. E alle modelle nel back stage sfugge che in passato anche il sottotenente è stata un’indossatrice, che ha sfilato per tante maison importanti ed è stata una delle preferite di Lancetti.

”Basta, non fate più domande, cercate di capirmi, io non posso parlare”, si schermisce lei quasi intimidita, neppure fosse una suora. E un po’ suore lo sono davvero, perchè, spiega Sorella Monica Dialuce Gambino, segretario generale della croce rossa, che consegna anche un biglietto da visita: ”noi siamo un corpo d’infermiere volontarie, siamo ausiliarie per legge delle forze armate. Stiamo negli ospedali, siamo state in Libano, in Afghanistan, a Nassirya. Siamo 16mila in tutta Italia e lavoriamo gratis 4 ore al giorno. Pensate che valore aggiunto diamo all’Italia. Ma abbiamo voluto far sfilare il sottotenente Lamuraglia per Raffaella Curiel, che ringraziamo tanto, per avere più visibilità. Perchè la gente ci conosca e le ragazze giovani si avvicinino a noi. Venite a fare il corso. Abbiamo centri in ogni città Italiana. La croce Rossa non è un corpo elitario come si dice, e se proprio non vi va di aderire alla nostra missione, avrete imparato a fare una flebo o un’iniezione per i vostri congiunti”.