Modena, autovelox oscurato con vernice: niente multe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 marzo 2018 16:54 | Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2018 16:54
Modena, autovelox oscurato con vernice: niente multe

Modena, autovelox oscurato con vernice: niente multe

MODENA – Hanno atteso la notte, sono sfuggiti alle telecamere di sorveglianza e armati di vernice hanno oscurato i sensori dell’autovelox sulla tangenziale di Modena, rendendolo inutilizzabile. Niente multe da giorni dunque per il dispositivo che monitora la velocità e sanziona gli automobilisti che superano i limiti. I sensori dell’autovelox sono stati coperti da vernice nera, ma basterà pulire i vetri per riportarlo in funzione.

La Gazzetta di Modena scrive che i vandali che hanno oscurato i sensori dell’autovelox lo hanno reso di fatto inutilizzabile:

“Coprire con una bomboletta di vernice i vetri che proteggono gli impianti fotografici e i misuratori di velocità costa poco e rende molto: in pochi secondi si costringono i responsabili del servizio ad attivare gli operai che devono intervenire con i diluenti per ripulire i cristalli speciali montati sull’impianto. Dalle parti del comando della Polizia Municipale invece ostentano tranquillità, sostenendo che sia possibile anche risalire alla targa dei trasgressori attraverso piccoli spiragli rimasti liberi tra gli spruzzi del colore. Di fatto, non appena avuta notizia dell’accaduto, c’è chi è corso a ripulire i vetri sporchi e coperti di vernice che coprivano l’otturatore della macchina fotografica.

Sono decine di migliaia i mezzi che passano ogni giorno in quel punto, all’imbocco della rampa verso via Nonantolana e spesso, per le condizioni oggettive del traffico, si supera il limite del 70 km all’ora, con piccolissima tolleranza, anche solo di un pochi chilometri. Ma la fotografia viene scattata lo stesso, gira dal comando della Municipale che la certifica e di qui passa per via telematica alla società che ha in appalto la gestione delle pratiche delle multe. Nel giro di poche settimane l’automobilista che ha superato il limite si ritrova a casa la sanzione, maggiorata delle spese e dei costi della raccomandata”.