Modena. Blitz di animalisti contro il corso per imbalsamatori

Pubblicato il 19 Novembre 2011 15:01 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2011 15:44

MODENA – Militanti di ‘Centopercentoanimalisti’ hanno affisso la scorsa notte alcuni volantini nella sede dell’assessorato all’Agricoltura e politiche faunistiche della Provincia di Modena, dove si tiene oggi un corso di tassidermista, in cui si illustra come imbalsamare gli animali.

E’ stato anche esposto uno striscione contro l’assessore provinciale Giandomenico Tomei, che nei giorni scorsi ha sottolineato il rinnovato interesse per queste tecniche parlando di ”opportunita’ di occupazione legata anche alla diffusione della caccia agli ungulati e alla conservazione dei trofei”.

”Chi puo essere interessato a un’attivita’ cosi’ macabra? – scrivono in un comunicato esponenti di ‘Centopercentoanimalisti’ – I cacciatori, naturalmente. Infatti la maggior parte dei 30 iscritti al corso e’ composta da cacciatori, i quali, dopo aver ammazzato un animale, potranno conservare il ‘trofeo’ e soddisfare cosi’, dopo la loro sete di sangue, anche le loro pulsioni necrofile.

Senza contare che la tassidermia e’ un buon affare: cadaveri imbalsamati di animali di specie protette vengono venduti sul mercato clandestino di tutta Europa per migliaia di euro. E’ un’ulteriore dimostrazione di quanto siano dei degenerati questi individui, sadici che uccidono per divertimento e amano ornare le loro case con i cadaveri delle loro vittime”.