Modena, cinese ucciso: il quinto arrestato, 16 anni, faceva il palo

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 novembre 2017 16:01 | Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2017 16:01
Modena-cinese-ucciso

Modena, cinese ucciso: il quinto arrestato, 16 anni, faceva il palo (Nella foto Ansa Hu)

MODENA – Il quinto ragazzo arrestato dalla squadra mobile di Modena per l‘omicidio di Congliang Hu detto Leo, giovane cinese di vent’anni il cui corpo è stato trovato all’interno di una valigia a Modena, è ritenuto colui che ha svolto il ruolo di ‘palo’ durante l’omicidio.

Il giovane, un sedicenne, sarebbe colui che, mentre gli altri quattro presunti autori abbandonavano l’appartamento di piazza Dante dopo aver ucciso Leo, avrebbe distratto l’avvocato modenese, compagno della madre della vittima, che in quel momento si trovava in casa, ma in un’altra stanza.

Il sedicenne in questione si era presentato lunedì in questura a Prato, accompagnato dai suoi avvocati, spiegando di essere completamente estraneo ai fatti. Ma l’atteggiamento di assoluta tranquillità del minorenne, quasi di spavalderia, e gli ultimi sviluppi delle indagini, hanno fatto scattare l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale dei minori di Bologna su richiesta degli uffici della procuratrice Silvia Marzocchi, sempre dei minori.

L’arrestato lunedì era stato denunciato a piede libero. Ora emerge invece che il suo ruolo sarebbe stato fondamentale nell’uccisione di Leo, avendo avuto, sembra, un ruolo da controllore dell’andamento delle cose dopo l’omicidio. Gli altri quattro presunti autori, tutti minorenni, cinesi e residenti a Prato, sono in stato di fermo.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other