Modena. Ferito al volto e alla gamba, viene abbandonato in ospedale: è in coma

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 agosto 2018 17:28 | Ultimo aggiornamento: 26 agosto 2018 20:44
Modena, ferito e abbandonato in ospedale: coma farmacologico

Modena. Ferito al volto e alla gamba, viene abbandonato in ospedale: è in coma

MODENA – Picchiato al volto e ferito con un colpo di pistola alla gamba. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Un giovane tra i 20 e i 25 anni è stato abbandonato all’ospedale Policlinico di Modena intorno alle 23 del 25 agosto ed è in coma. Il giovane, di cui non si conosce l’identità, potrebbe essere originario dell’est Europa.

A portarlo all’ospedale, allontanandosi subito dopo, sono state altre due persone, anche loro a quanto pare di giovane età, che al momento non sono state identificate e perciò al centro delle indagini condotte dai carabinieri: proprio i due ‘fuggitivi’ potrebbero infatti dare spiegazioni su un episodio che al momento ha ancora i contorni di un giallo.

Il giovane presentava una ferita da arma da fuoco alla gamba sinistra ed evidenti segni di un trauma al volto, inflitto con un corpo contundente. Soccorso, è stato ricoverato e posto in coma farmacologico nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Baggiovara, sempre a Modena. Stando a quello che trapela, le indagini avviate subito dopo il soccorso prestato al giovane dagli operatori del Policlinico sarebbero abbastanza complesse, non essendoci elementi che possano spiegare che cosa sia accaduto al ferito e nemmeno altri particolari che possano fornire un’identità certa alle due persone responsabili dell’abbandono all’ospedale dello straniero.

Non è chiaro se si tratti dei possibili responsabili dell’accaduto. Allo stesso tempo non è noto nemmeno dove il presunto pestaggio e il ferimento con arma da fuoco possa essere avvenuto, se in provincia di Modena oppure in territori limitrofi. Eventuali aggiornamenti sulla vicenda potrebbero giungere nella giornata di oggi o, più probabilmente, nel corso di quella di domani, soprattutto in merito alle condizioni di salute del ferito.