Maltempo flagella il nord, tempeste di grandine da Modena a Bologna: danni e feriti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Giugno 2019 20:30 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2019 9:43
Grandine a Modena e venti oltre 110 km/h: auto danneggiate e feriti

Maltempo a Modena, violenta tempesta di grandine: auto danneggiate e 15 feriti (Foto da Twitter)

MODENA – Una violenta tempesta di grandine si è abbattuta nel primo pomeriggio di sabato 22 giugno su Modena, provocando danneggiamenti a case e auto e 15 feriti lievi. Maltempo anche nella provincia di Cuneo, con la tempesta che si è spostata poi verso Bologna.

La tempesta è durata appena 15 minuti, sufficienti al fenomeno meteo chiamato “downburst” per bombardare la città con chicchi di ghiaccio grandi come noci e venti oltre i 110 chilometri orari.

Modena, chiusa la torre Ghirlandina: acqua sulle scale

Nel pomeriggio a Modena a causa della violenta grandinata del pomeriggio, è stato necessario chiudere al pubblico la Torre Ghirlandina, simbolo della città. Il provvedimento si è reso necessario per l’acqua che, entrando dall’alto, scorreva sulle scale. Gli operatori, fa sapere il Comune di Modena, hanno ripristinato le condizioni di sicurezza e domani la Ghirlandina sarà regolarmente aperta per visitatori e turisti.

Bologna, danneggiata stazione ferroviaria: linea interrotta per ore 

Situazione particolarmente critica a San Giovanni in Persiceto, nella Bassa bolognese, dove la violenta grandinata del pomeriggio ha provocato danni alla stazione ferroviaria. Tra le 15.40 e le 16.50 sulla Bologna-Verona la linea è stata interrotta all’altezza di Crevalcore e dopo l’intervento dei vigili del fuoco e dei tecnici di Fs, che sono ancora al lavoro, la circolazione è ripresa solo su un binario, con rallentamenti fino a 70 minuti. 

Problemi alla circolazione ferroviaria, con ritardi fino a 60 minuti, anche sulla linea dell’Alta Velocità Bologna-Milano, a causa di danni alla linea di alimentazione tra Modena e Castelfranco: in questo tratto i treni sono costretti ad utilizzare la linea convenzionale. I tecnici Fs sono al lavoro per risolvere la situazione. 

 Bologna, danni ad auto e case per la tempesta

Vetri delle auto e finestre danneggiate, alberi e rami caduti, sottopassi allagati e semafori scoperchiati. La violenta grandinata, con chicchi grossi come noci, che poco prima delle 16 si è abbattuta anche su Bologna e provincia ha creato diversi disagi, con il centralino dei vigili del fuoco intasato per le numerose chiamate. 

La direzione regionale dei vigili del fuoco dell’Emilia-Romagna ha allertato due colonne mobili dei colleghi della Liguria per far fronte all’emergenza maltempo in Emilia. E in più i volontari della Protezione Civile in supporto sempre per criticità regionali. Attualmente il Comando di Bologna riesce ad evadere il carico operativo determinato dalla criticità maltempo in città e nella provincia.

Grandinata su Modena, ci sono feriti

Stando ai primi aggiornamenti sarebbero quindici le persone nei pronto soccorso dei due ospedali di Modena, Policlinico e Baggiovara e si tratterebbe di feriti lievi.

Tempesta si sposta su Bologna

 La perturbazione poco dopo ha colpito anche Bologna, un nubifragio con grossi chicchi di grandine e forte vento. “Intenso temporale con grandine e raffiche di vento su Bologna. Attenzione a cartelloni stradali, alberi e sottopassi. Massima attenzione sulla strada”, ha scritto il Comune sui profili social.

Downburst, vento a oltre 110 km/h

Come spiega l’osservatorio geofisico dell’Università di Modena, la violenta grandinata che ha colpito Modena non è stata una tromba d’aria ma un vento discendente dalla nube temporalesca denominato ‘downburst’. Il vento in provincia di Modena, riferisce l’osservatorio, ha raggiunto i 111 chilometri orari. “Si tratta della seconda massima velocità in assoluto mai registrata presso il nostro osservatorio a un passo dal record assoluto di 112 chilometri orari del 24 luglio 2004 sempre durante un temporale”. 

Violenta grandinata anche a Torino

Il 21 giugno una violenta grandinata si è abbattuta anche sulla città di Torino. La pioggia e la grandine hanno paralizzato buona parte del capoluogo, con l’acqua che ha invaso le strade e, soprattutto, i sottopassi, molti dei quali chiusi al pubblico. Disagi anche al comando della polizia municipale di San Mauro, comune alle porte di Torino. I garage si sono allagati e si sono accumulati oltre 40 centimetri di grandine. Il comando era stato inaugurato nel 2016. 

Grandine e pioggia nella provincia di Cuneo

Ancora maltempo sul Piemonte. Dopo il nubifragio di ieri sul Torinese, questa volta la zona più colpita dai temporali è stata quella tra Mondovì e Garessio, nel Cuneese, dove si è abbattuta una violenta grandinata. Il manto bianco ha raggiunto i dieci centimetri a Priola. Allagamenti sono segnalati anche a Mondovì, mentre tra Vicoforte, Ceva e Mondovì sono diverse le abitazioni senza energia elettrica. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco. Allertata la protezione civile.  (Fonte ANSA)

(Video da YouTube/Stefano Soranna)