Modena. “Hai disonorato mia figlia, ora la sposi”: primo papà denunciato per Codice Rosso

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Dicembre 2019 14:38 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2019 14:40
Modena. "Hai disonorato mia figlia, ora la sposi": primo papà denunciato per Codice Rosso

Le scarpe rosse simbolo della violenza contro le donne (Foto archivio Ansa)

MODENA – Si è presentato davanti alla scuola della figlia, aggredendo un ragazzino di 16 anni dopo che aveva scoperto, attraverso lo smartphone di lei, che i due avevano avuto un rapporto se***ale nei giorni precedenti. Così un papà di 40 anni è finito in guai seri a Modena. 

L’uomo, di origini straniere, avrebbe accusato il 16enne di aver “disonorato” la figlia, intimandogli che avrebbe dovuta sposarla, dato che nessuno l’avrebbe più voluta in moglie “perché non più vergine”. Dopo aver ricostruito i fatti, grazie a testimoni, la Procura di Modena ha denunciato l’uomo per costrizione al matrimonio, un’ipotesi di reato introdotta dal cosiddetto Codice Rosso, il provvedimento approvato lo scorso luglio in Parlamento per contrastare la violenza contro donne e bambini.

Il reato previsto dal nuovo articolo 558 bis del codice penale è punito con la reclusione da uno a cinque anni. La fattispecie è aggravata quando il reato è commesso a danno di minori e si procede anche quando il fatto è commesso all’estero da o in danno di un cittadino italiano o di uno straniero residente in Italia.

Fonte: Ansa