Modena, prende in braccio il nipote di 5 anni e si lancia nel vuoto dal 10° piano: ipotesi di suicidio-omicidio

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 18 marzo 2019 8:46 | Ultimo aggiornamento: 18 marzo 2019 12:18
Modena. Zia si getta dalla finestra col nipote di 5 anni in braccio: morti

Modena, prende in braccio il nipote di 5 anni e si lancia dal 10° piano: ipotesi di suicidio-omicidio

MODENA – Ha preso in braccio il nipote di 5 anni, si è avvicinata alla finestra e poi si è lanciata nel vuoto dal decimo piano di un palazzo a Modena. Per la zia del bimbo, una donna di 47 anni, e il piccolo non c’è stato nulla da fare: sono morti sul colpo. La tragedia si è consumata poco dopo le 19 del 17 marzo e i carabinieri indagano per comprendere il movente del gesto.

Secondo una prima ricostruzione, la donna era sola nell’appartamento di largo Montecassino, zona residenziale di Modena, con il figlio del fratello. A dare l’allarme un vicino di casa, che ha notato i corpi in terra. Sul posto sono arrivati i carabinieri, i vigili del fuoco e i sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso delle due vittime. Arrivati nell’appartamento, i vigili del fuoco hanno trovato la porta della camera da letto, da cui la donna si è gettata col piccolo, chiusa a chiave dall’interno.

Secondo quanto riferito dall’Ansa, la donna era assistita per problemi di natura psichica. Questa la versione della mamma del bimbo morto, che ha accusato la zia di essere “pazza”. Una notizia non confermata dalla Procura di Modena, che sta indagando sulla donna per scoprire se avesse un disturbo psicologico. I militari indagano sulla tragedia e non è escluso che possa trattarsi di un omicidio-suicidio. Il possibile incidente resta dunque  uno scenario sempre meno probabile, quasi escluso. Non sarebbero stati trovati, dentro l’abitazione, biglietti o lettere con spiegazioni sul perché.  

Fonte Ansa