Moncalieri (Torino), uccide moglie a bastonate e fugge in bus. Caccia all’uomo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Febbraio 2015 23:40 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2015 23:40
Moncalieri (Torino), uccide moglie a bastonate e fugge in bus. Caccia all'uomo

Moncalieri (Torino), uccide moglie a bastonate e fugge in bus. Caccia all’uomo

MONCALIERI (TORINO) – Ha ucciso la moglie a bastonate e poi è fuggito facendo perdere le proprie tracce. L’omicidio è avvenuto lunedì pomeriggio alla periferia di Moncalieri (Torino), nei capannoni abbandonati dell’ex Altissimo, la fabbrica che una volta costruiva fanali e accendini per le auto della Fiat, di proprietà dell’ex ministro Renato Altissimo, oggi dormitorio per sbandati e senzatetto.

La vittima, Magda Valcelian, 26 anni, viveva lì, in mezzo al degrado, con i quattro figli tra uno e dieci anni e il marito, Lucian Valcelian, romeno di 28 anni.

Il delitto è avvenuto in una stanza che i coniugi avevano adattato a casa di fortuna per sé e per i propri bambini, ora affidati ai servizi sociali del Comune di Moncalieri.

Dopo pranzo in uno degli edifici abbandonati è scoppiata la lite. L’uomo, secondo alcuni testimoni, avrebbe insultato la donna, passando dopo poco alle botte, a mani nude. Infine, avrebbe infierito su di lei percuotendola con il ramo di un albero.

Subito dopo la fuga: felpa e pantaloni e una coperta come cappotto, ha raggiunto la vicina fermata del bus 45 ed è salito sul primo mezzo diretto verso Torino. Ha raggiunto piazza Carducci, al capolinea dell’autobus nella zona degli ospedali torinesi, ed è sparito.

A dare l’allarme sono stati gli altri abitanti dei capannoni, per la maggior parte romeni. Quando l’ambulanza è arrivata, però, per la donna non c’era nulla da fare. I carabinieri, intervenuto sul posto, hanno trovato poco lontano il ramo sporco di sangue usato per infierire sulla vittima.