Monica Montagna assolta: uccise l’amica Annalisa Lombardi ma non è imputabile

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2013 14:33 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2013 14:33

Monica Montagna assolta: uccise l'amica Annalisa Lombardi ma non è imputabilePIACENZA – Ha ucciso l’amica Annalisa Lombardi con 160 coltellate, ma per il giudice di Piacenza va assolta perché non è imputabile. Monica Montagna, però, non sarà libera: dovrà scontare 10 anni in un ospedale psichiatrico giudiziario.  

Si è concluso così il processo di primo grado a carica di Montagna, trentenne di Milano che il 24 luglio del 2012 uccise l‘amica del cuore Annalisa Lombardi, 29 anni, trucidandola con 160 coltellate dopo una lite in una casa a Ferriere, in provincia di Piacenza.

Dalle perizie disposte dal Tribunale è risultata da un lato l’incapacità di intendere e di volere di Monica Montagna, dall’altro la sua pericolosità sociale.

Dopo aver aggredito e ucciso l’amica, con la quale aveva appena pranzato, Monica Montagna si era buttata dal balcone della casa, al terzo piano. Nella caduta aveva riportato solo ferite lievi.

Nei giorni dopo l’omicidio la ragazza, ricoverata all’ospedale di Parma, era stata sentita dal sostituto procuratore Ornella Chicca, e gli aveva bisbigliato frasi sconnesse, tanto che il magistrato aveva dovuto interrompere l’audizione.