Monopattini elettrici, ipotesi assicurazione e casco obligatorio. Cosa cambierà, tutte le regole in discussione al Senato

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 23 Giugno 2021 10:23 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2021 10:23
monopattino foto ansa

Monopattini elettrici, ipotesi assicurazione e casco obligatorio. Cosa cambierà, tutte le regole in discussione al Senato (foto Ansa)

Monopattini elettrici, in arrivo nuove regole che dovrebbero porre un freno al far west attuale.  Chi usa questo mezzo agile nel traffico cittadino, presto sarà costretto a pagare un’assicurazione, ad indossare il casco e a parcheggiarlo in appositi spazi e non più dove capita sui marciapiedi.

Monopattini elettrici, il disegno di legge sulle norme di sicurezza 

Tutto questo è previsto dal disegno di legge presentato al Senato da un gruppo di parlamentari del partito Democratico, a prima firma di Gianni Pittella. Il testo, pur non avendo ancora una commissione assegnata, è pronto. Prevede sette articoli che regolerebbero dettagliatamente l’uso: dalla sosta alla circolazione, dalla sicurezza alle norme per i minori.

Il primo articolo prevede che i monopattini vengano usati nei centri abitati solo nelle strade urbane di quartiere, strade urbane ciclabili, strade locali e itinerari ciclopedonali. Fissa anche il limite di 25 km/h in strada e 6 km/h nelle aree pedonali.

Il secondo articolo del testo prevede che sia sottoscritta un’assicurazione di responsabilità civile con sanzioni da 500 a 1.500 euro per chi viene sorpreso a circolare senza.

Il terzo articolo obbliga chi alla guida ad indossare il casco, le bretelle o il giubbotto retroriflettenti. Chi non indossa questi dispositivi di sicurezza rischia una multa fino a 332 euro.

All’articolo quattro viene regolamentato l’utilizzo da parte dei minorenni. Sul monopattino si potrà salire a 14 anni e si dovrà essere titolari almeno di una patente AM. Chi ha meno di 18 anni potrà guidare solo sulle aree pedonali (velocità non oltre i 6 km/h) e sulle piste ciclabili (velocità non superiore a 12 km/h). Anche in questo caso casco e giubbotto obbligatori.

Regolatore di velocità per i più giovani

I monopattini elettrici guidati dai più giovani dovranno avere un regolatore di velocità configurabile sui limiti che non possono superare.

All’articolo cinque si parla invece delle norme di comportamento e vengono elencati i divieti: non si può trasportare un passeggero, trasportare un carico, spingere o trainare un carico o un veicolo, farsi trainare o rimorchiare da un veicolo, guidare utilizzando il cellulare o altri dispositivi digitali, guidare mentre si utilizzano le cuffie, “effettuare manovre brusche ed acrobazie”. Le multe per chi vìola queste regole arrivano fino a 332 euro.

Per chi verrà fermato mentre guida in stato di ebbrezza le multe arrivano a 678 euro. Ancora più alte per chi guida dopo aver assunto sostanze stupefacenti: la sansione arriva a 6mila euro ed è previsto l’arresto fino a un anno.

All’articolo sei viene regolamentata la sosta e fermata dei monopattini elettrici. Salvo diversa indicazione sarà vietato parcheggiare il monopattino sui marciapiedi. Le multe, in questo caso arrivano a 168 euro.

I comuni, una volta approvato il testo, avranno 120 giorni per individuare le aree di sosta. Potranno permettere che vengano parcheggiati nei posti riservati ai ciclomotori e motocicli.

Le regole varranno anche per chi li noleggia. Le aziende che non rispetteranno le disposizioni verranno multate fino a 3mila euro. Molto salate saranno infine le multe per chi dichiarerà un’età falsa o dichiarerà di essere già in possesso dei dispositivi di protezione.