Monopoli, bimba di 4 anni si infila una monetina nel naso: salvata

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 maggio 2019 8:46 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2019 8:46
Monopoli, bimba di 4 anni si infila una monetina nel naso: salvata

Monopoli, bimba di 4 anni si infila una monetina nel naso: salvata

MONOPOLI (BARI) – Rischiare di morire per una monetina da un centesimo. Se l’è vista davvero brutta una bambina di soli quattro anni che, per gioco, si è infilata una monetina di rame nel naso, rischiando di soffocare.

La piccola, di Monopoli, è stata salvata dai medici dell’Ospedale San Giacomo con un’operazione d’urgenza. Ma la sua storia ha davvero toccato molti. Anche per la sua stranezza: come nota la Gazzetta del Mezzogiorno, che riporta la notizia, di solito i bambini incuriositi dalle monete se le portano alla bocca, dove, in caso di ingestione, normalmente basta espellerle con le feci, e non al naso. 

La seconda particolarità della vicenda è che i genitori della piccola sono rimasti basiti quando hanno scoperto che negli ospedali di tutta la ASL di Bari, da oltre un anno, in ossequio a una disposizione di legge, la Direzione Generale e l’Unità Operativa di Rischio Clinico hanno disposto che i bambini non possono essere addormentati per un qualsiasi intervento chirurgico. Se i piccoli sono in pericolo di vita vanno portati nelle sole sale operatorie autorizzate in tal senso, di Foggia, Lecce o Matera.

5 x 1000

Nel caso di questa bimba, però, non c’era davvero tempo da perdere. E così l’équipe di Otorinolaringoiatria, gli anestesisti e la direzione sanitaria dell’Ospedale San Giacomo hanno deciso di sfidare le prescrizioni e, con l’autorizzazione dei genitori, hanno salvato la piccola, evitando che quella monetina venisse inalata, con il rischio di ostruire le vie respiratorie. Ma alla fine la piccola è tornata a respirare e a sorridere. (Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno)