Monopoli, Giulio Vitti esce dall’ospedale e muore a 17 anni. Due medici indagati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Agosto 2019 20:43 | Ultimo aggiornamento: 20 Agosto 2019 20:43
Giulio Vitti

Giulio Vitti (Foto da Facebook)

BARI – E’ stato dimesso dall’ospedale di Monopoli dopo la diagnosi di otite e febbre alta, poi è morto. Giulio Vitti, 17 anni appena, si è spento domenica 18 agosto. La Procura di Bari ha aperto un fascicolo per omicidio colposo sulla morte del ragazzo e disposto l’autopsia, intanto due medici sono stati iscritti nel registro degli indagati.

Il ragazzo, ricostruiscono i media locali, due giorni prima del decesso era stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Monopoli con febbre e una otite che stava curando con una terapia antibiotica. Dopo la visita era stato dimesso con un cura antinfiammatoria.

Domenica scorsa il 17enne, secondo la ricostruzione dei familiari, mentre faceva la doccia ha accusato una crisi respiratoria, diventando cianotico. Portato in ospedale con un’ambulanza vi è giunto già senza vita. L’autopsia dovrà stabilire la causa del decesso ed eventuali responsabilità nella diagnosi e nella cura. 

Intanto due medici in servizio all’ospedale di Monopoli sono indagati per la morte di Giulio con l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Un atto dovuto in attesa di conoscere l’esito dell’autopsia eseguita questa mattina sul corpo del ragazzo. I due indagati sono il medico del pronto soccorso e il suo collega otorino che venerdì scorso hanno visitato e curato il 17enne prima di dimetterlo e mandarlo a casa con una terapia antibiotica.

L’autopsia, i cui esiti si conosceranno tra 90 giorni, è stata eseguita dal medico legale Biagio Solarino e dall’otorinolaringoiatra Michele Barbara, in qualità di consulenti della Procura. Anche la famiglia ha nominato un proprio consulente di parte, Maurizio Scarpa, che ha partecipato agli accertamenti medico-legali. (Fonte ANSA)