Monreale, emergenza rifiuti: sindaco chiede una discarica

Pubblicato il 19 Marzo 2012 13:00 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2012 15:21

PALERMO – I rifiuti non arrivano, per ora a circondare il Duomo di Monreale ma cumuli di immondizia sono sparsi per numerose vie del centro e della periferia della cittadina normanna. La notte scorsa cittadini hanno dato fuoco a quintali d’immodizia per strada.

La situazione va avanti da settimane ma ora sta raggiungendo livelli da emergenza sanitaria e per questo il sindaco Filippo Di Matteo ha chiesto stamane al dipartimento regionale acque e rifiuti di essere autorizzato in via provvisoria a potere conferire i rifiuti in una nuova discarica, oltre a quella di Trapani, dove e’ stato posto un limite.

Questa soluzione – dice il sindaco – potrebbe consentire di ripristinare le condizioni di normalita’ in tutto il territorio e ”scongiurare l’insorgere di problemi igienico-sanitari che stanno mettendo a rischio l’incolumita’ dei cittadini”.

Di Matteo, inoltre, si e’ appellato oltre che alla Regione anche al prefetto di Palermo Umberto Postiglione. Il problema della raccolta dei rifiuti riguarda anche i lavoratori Ato Palermo 2 che da settimane sono in sciopero per i mancati pagamenti dello stipendio di febbraio da parte della societa’.

Il sindaco spiega che gli uffici hanno regolarmente proceduto al pagamento dello stipendio di febbraio, e considerato il perdurare della protesta da parte dei lavoratori, ”sono stato costretto ancora una volta ad affidare il servizio raccolta a una ditta esterna che sta procedendo regolarmente a rimuovere i cumuli di immondizia. La raccolta potrebbe essere resa piu’ veloce se la Regione ci autorizzasse a conferire i rifiuti in un altro sito”.