Monserrato, esce dal Comune per comprare cibo per gatti: multato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Aprile 2020 20:08 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 20:08
Municipale, Ansa

Monserrato, esce dal Comune per comprare cibo per gatti: multato (foto Ansa)

ROMA – Alla polizia locale di Cagliari che l’ha beccato in giro fuori dal suo comune, un 40enne ha dichiarato di essersi spostato dalla vicina Monserrato per… comprare un particolare cibo per gatti.

La scusa, c’è da dire, ha retto poco. Gli agenti della Municipale hanno subito verificato: quel cibo per gatti si poteva comprare anche nel suo comune, anche a Monserrato.

Così l’uomo è stato multato per non aver rispetto le misure restrittive per contenere l’epidemia di Covid-19: dovrà pagare 373 euro. (Fonte: Agi).

Coronavirus e denunce, il punto della situazione.

Dal surfista al fedele che non vuole rinunciare alla Messa nella Domenica delle palme, agli irriducibili della festa del sabato sera.

Tra il sacro e il profano è stato un weekend di ‘libere uscite’ di massa, nonostante i divieti.

Sono stati infatti ben ventimila i denunciati dalle forze dell’ordine in due giorni; domenica il picco (11mila), con il il tasso dei trasgressori che si è alzato al 5,9% dei controllati rispetto al 3,7% registrato dall’11 marzo. Un dato che preoccupa il Viminale in vista nella Pasqua e dei ponti di primavera.

L’indicazione è dunque quella di rafforzare ulteriormente i controlli sulle strade per intercettare gli spostamenti vietati.

Tra sabato e domenica sono state 415.845 le persone controllate: 20.445 i sanzionati, la stragrande maggioranza per non aver rispettato i divieti di spostamento: 101 per false dichiarazioni e 35 per violazione della quarantena.

Gli esercizi commerciali controllati sono stati 153.902: 288 titolari sono stati sanzionati, per 51 è stata decisa la chiusura dell’attività. Complessivamente, dalla data di inizio dei divieti di spostamento, lo scorso 11 marzo, i denunciati per violazioni ai divieti anti-contagio sono stati quasi 188 mila su 5 milioni di persone controllate. (Fonte: Ansa).